Gazzetta dello Sport, al Genoa manca il goleador

Pandev, Galabinov e Laxalt a quota 3. Lapadula, Taarabt e Rigoni a 2. Grifo, servono gol!

83
Gianluca Lapadula (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Se il Grifone dovesse scattarsi un selfie in questo preciso momento, la foto che ne verrebbe fuori lo ritrarrebbe con denti poco incisivi e unghie tutt’altro che affilate: solo 21 le reti realizzare dal Genoa in questo campionato, dato peggiore se non fosse per Benevento (18) e Sassuolo (15), sterili in zona gol. Un problema da risolver presto a Pegli, sotto la neve, dove l’ingegner Ballardini anche ieri s’è messo di prima mattina per lavorare al perfezionamento della creatura. L’ultimo tocco per consacrare un totale miglioramento rispetto alle prime 12 gare di questa Serie A è proprio l’affilare la potenzialità offensiva del Grifone.

La difesa è sistemata, quinta per impermeabilità (27 reti subite), il centrocampo ha visto una svolta (importante il rientro di Hiljemark, ma più in generale è stata data nuova solidità al reparto), resta solo l’attacco da affilare. Già contro il Cagliari serve più cinismo, pressing anche psicologico per spronare le punte a far meglio: il terzultimo attacco del campionato è quello rossoblù, che tra i suoi migliori marcatori annovera Pandev e Galabinov accanto a Laxalt (3 reti a testa). Ballardini vuole che il Grifone concluda di più verso la porta avversaria (93 tentativi finora, solo Verona e  Spal hanno fatto peggio), e per farlo potrà presto disporre di un Pepito Rossi che mercoledì è tornato ad allenarsi. Il centrocampo ha già dato una buona mano in fase realizzativa, pure la difesa visto che nel registro dei marcatori c’è finito pure Izzo, però ci si aspetta di più da Lapadula. Il numero 10, fiore all’occhiello del calciomercato estivo, dovrebbe prendersi i galloni del goleador impedendo di dover contare solo su Pandev o Galabinov. L’ex Milan ha segnato due volte, entrambe le occasioni su calcio di rigore, e dopo aver smaltito i problemi fisici condivide lo score con Rigoni e Taarabt. Lapadula, quattro sole partite da titolare di cui una da quando c’è Ballardini, sa di dover fare di più e magari già da domenica, quando, conclude l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, alle 12,30 verrà ospitato a Genova il Cagliari dell’ex cecchino genoano Pavoletti…

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.