E’ il valzer delle punte: Cholito-viola, Kalinic-Milan, Lapadula-Genoa

Oltre al triangolo di mercato, ecco altre piste: non interessa Maxi Lopez, neppure Paloschi, mentre Pellegri all'Inter porterebbe Puscas in rossoblù

45
Lapadula in dribbling (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

E’ con un punto interrogativo davanti che il Genoa dovrebbe ritrovarsi quando verrà ufficializzata la cessione di Giovanni Simeone alla Fiorentina. Il Cholito è valutato 15 milioni, leggermente meno dei 20 inizialmente chiesi da Preziosi, ma pare che la Fiorentina lo ritenga la prima alternativa a Nikola Kalinic: qualora il croato ex Dnipro dovesse passare al Milan sotto precise indicazioni di Montella, costo dell’operazione una trentina di milioni, la metà arriverebbe nelle casse del Genoa. E Gianluca Lapadula, a quel punto, sarebbe la terza scelta in attacco dopo i neo arrivati Kalinic e André Silva e sarebbe perfino sorpassato dal desaparecido Bacca. Possibile che l’italo-peruviano accetti il trasferimento a Genova dove avrebbe quantomeno più chance di giocar titolare. Già oggetto del desiderio lo scorso anno, quando poi però non se ne fece nulla e allora per il vice-Pavo arrivò proprio il Cholito, quest’estate potrebbe esser quella buona. Il triangolo di mercato dovrebbe dunque esser così: Simeone alla Fiorentina, che cederebbe Kalinic al Milan, che a sua volta darebbe Lapadula al Grifone. Roba del genere non si verifica dal 2013, quando il valzer di punte era il seguente: Borriello dalla Roma al Genoa, che avrebbe lasciato Gilardino alla Juventus, che a sua volta si sarebbe cautelata cedendo Quagliarella ai giallorossi. Alla fine, a discapito di quanto accadde l’anno prima (con Borriello in rossoblù), non se ne fece nulla.

Ne parla La Repubblica – Genova questa mattina, passando al vaglio anche le altre ipotesi per l’attacco di Juric. Maxi Lopez è un nome fatto a casaccio che non è neppur stato preso in considerazione da Preziosi, mentre Paloschi non piace e l’ipotesi Benedetto è in stallo a causa delle richieste astronomiche del Boca Juniors (15 milioni). Per Pellegri il Genoa chiede 20 milioni e l’Inter potrebbe ammortizzare i costi con Puscas. Ecco che però un ostacolo per Lapadula: in Inghilterra il Brighton pare voler sborsare 9 milioni per un trasferimento a titolo definitivo, mentre in Italia c’è anche la concorrenza dell’Atalanta che giocherà l’Europa League. E Juric, che non si è opposto alla cessione di Simeone, potrebbe dover rinunciare anche a Lapadula.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.