Di Lello (Antimafia): “Negli stadi celle di sicurezza e ampliamento del Daspo”

Il segretario della Commissione Antimafia ha annunciato sulla Gazzetta dello Sport i prossimi provvedimenti su cui le istituzioni stanno lavorando

55
Marco Di Lello (dal suo sito internet)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Aurelio De Laurentiis, Enrico Preziosi e Claudio Lotito sono i tre presidenti di serie A ascoltati nelle audizioni tenute ieri dinanzi alla Commissione parlamentare antimafia, al margine della quale anche l’onorevole Marco Di Lello ha rilasciato qualche breve virgolettato alla Gazzetta dello Sport. Coordinatore del Comitato “mafia e sport” e segretario della Commissione parlamentare Antimafia, Di Lello ha infatti preso la parola e ha fatto sentire come le istituzioni si sentano partecipi e vogliano assolutamente cambiare l’attuale situazione: “C’è l’accordo tra i presidenti delle maggiori società e la Commissione Antimafia, che concluderà il suo lavoro prima dell’estate per l’introduzione delle celle di sicurezza negli stadi e l’ampliamento del Daspo. Con l’introduzione del reato di bagarinaggio e la regolamentazione delle scommesse, chiuderemo il cerchio e toglieremo le mele marce”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.