Corriere dello Sport: il Genoa si rimette in carreggiata

Espugnato lo Scida grazie a un colpo di testa di Luca Rigoni, il prossimo weekend si ospita al Ferraris la Roma

31
L'abbraccio collettivo (foto di Tanopress Genoa)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Torna il tecnico Ballardini, torna il Genoa formato trasferta, tornano soprattutto i tre punti. La concatenazione di questi tre elementi è fin troppo immediata per esser vera, eppure ieri pomeriggio allo Scida s’è visto questo e altro. La risalita in classifica, quella partita ieri (terzultimo posto ma a -1 dalla Spal), ha decisamente subito una scossa ricaricante non da poco. Salvarsi sarà più semplice, a patto però che il Grifone segua le idee del mister romagnolo.

La medaglia ha però due lati, e se il Corriere dello Sport promuove i rossoblù c’è invece da bocciare il Crotone: passo falso, la peggior prova stagionale, 90′ in quasi totale balia dei vari Taarabt, Bertolacci, Rigoni e Pandev. Unendo quanto detto al fatto che Spolli abbia giocato una prova da leader, non sorprende che Perin non abbia incassato reti. Certo è che il punteggio sarebbe potuto esser più pesante, non per l’assenza di Lapadula ma per le imprecisioni sottoporta: l’iniziativa genoana è stata una spina nel fianco, i pitagorici non hanno potuto reagire per limiti caratteriali e allora i dieci uomini dietro la palla, voluti da Ballardini, hanno creato quella densità fondamentale per portarsi a casa l’intera posta in palio. Con gli spazi intasati, dunque, premiata la verve del Grifone passato in vantaggio dopo 11′: suggerimento di Laxalt perfetto per la testa di Rigoni da pochi passi, sesto gol incassato da Cordaz nei primi 15′ di partita. La testa ora si proietta a domenica prossima, con la Roma ospite al Ferraris, ma perlomeno il Genoa arriverà al prossimo weekend con un po’ di fiducia in più.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.