Corriere dello Sport, si riaccende l’asta per Pietro Pellegri

E intanto il Milan ha quasi chiuso per Izzo: resta da decidere chi tra Musacchio e Zapata verrà girato al Genoa

158
Pietro Pellegri in uniforme (foto di Tanopress Genoa)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

S’è allenato a Pegli anche ieri, il Genoa, con Bertolacci tornato in gruppo dopo aver smaltito i suoi crucci fisici e Izzo ai box causa febbre, insieme a Veloso uscito malconcio a un ginocchio. E’ normale, però, che gli occhi siano tutti diretti verso il calciomercato che ieri ha ufficialmente aperto i battenti e fino alla fine del mese accompagnerà le lunghe settimane piene di nomi, indiscrezioni, ufficialità.

Pietro Pellegri ha 16 anni, classe 2001, gioiellino che il Genoa e la Serie A si sono trovati in casa quasi per caso: ha già segnato tre volte, gol alla Roma nel maggio scorso e doppietta alla Lazio, ora tutta l’élite del calcio nostrano gli sbava dietro. In estate pareva promesso sposo dell’Inter, pronta a offrire fino a sessanta milioni per lui e l’altro golden boy Eddy Salcedo, poi la trattativa sfumò e s’inserirono Juventus e Milan senza però chiudere  per il ragazzo. Ora che la finestra invernale di mercato è aperta, segnala il Corriere dello Sport, si possono porre le basi per una nuova meta per il numero 64 del Grifone (che però fino al compimento dei 18 anni non potrà firmare contratti più lunghi di tre stagioni). E se parallelamente emerge pure che il Milan ha in mano Armando Izzo, resterebbe solo da vedere chi tra Musacchio e Zapata possa percorrere il percorso inverso dalla Lombardia alla Liguria.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.