Al Barbera sarà un Genoa d’assalto

Juric manderà in campo un 3-5-2, tra scelte obbligate in difesa e rientri importanti da infermeria e squalifiche

39
I giocatori del Genoa a Torre del Grifo (Foto Genoa cfc)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Per mettere il punto su una pratica, quella salvezza, che si è rivelata assai più complicata del previsto, la ricetta è semplice. Finirla qui è fondamentale per non dar speranza a Crotone ed Empoli, avvantaggiate dai prossimi impegni ma non dal computo degli scontri diretti: il Palermo pare motivato, pur dopo aver preso atto della matematica retrocessione. Come ha detto Juric, segnala La Stampa nella sua versione di Savona e provincia, non si può sbagliare ed ogni altro discorso è inutile. I segnali arrivati dopo una settimana di lavoro a Torre del Grifo sono positivi, così come l’impegno profuso: resta ora la parte più difficile, tramutare il tutto in tre punti. Per quel che concerne i convocati, non c’è Burdisso (squalificato) ma rientrano Laxalt, Pinilla, Morosini e Taarabt. Il 3-5-2 ipotizzato dal quotidiano torinese è il seguente: il trio obbligato a protezione di Lamanna sarà formato da Biraschi, Munoz e Gentiletti, poi Lazovic e Laxalt saranno i cursori di una striscia mediana comprendente Rigoni-Veloso-Cataldi, infine Palladino agirà  in appoggio a Pandev.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.