Macedonia thrilling: l’Italia vince nel recupero

Dopo essere passati anche in svantaggio, gli azzurri segnano il 3-2 con Immobile. Tra i macedoni, buona prova del genoano Pandev ispiratore delle manovre offensive

27
Il gol vittoria di Immobile in Macedonia-Italia(Claudio Villa/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Trasferta in Macedonia a Skopije con finale thrilling: dal rischio di perdere 2-1 l’Italia è passata al 2-3 grazie al gol nel finale di Immobile. La Nazionale di Giampiero Ventura ha mostrato gravi lacune dal centrocampo, composto da Candreva, Bernardeschi, Verratti, soprattutto nell’impostazione: a questo bisogna aggiungere poco filtro contro le manovre avversarie, visto che Bernardeschi si muoveva come un attaccante aggiunto a Belotti e Immobile. Merito in parte di Giampiero Ventura, che è riuscito a mettere una pezza con le sostituzioni nel finale, e alla forza di volontà della squadra di riuscire a portare a casa un successo prezioso per la qualificazione ai Mondiali 2018 in Russia.

Già nel primo tempo si era notata la scarsa consistenza del centrocampo azzurro che consentiva ai macedoni, ispirati dal genoano Pandev decisamente “in palla”, azioni in velocità e contropiede molto pericolosi. Al 18′ il campanello d’allarme: Ristovski serve al limite l’attaccante del Palermo Nestorovski che centra in pieno la traversa. Poco dopo però, su azione d’angolo, Belotti con un colpo di destro a mezz’aria infilava il pallone la porta dei padroni di casa. Gli azzurri non riuscivano però a infilare il colpo del 2-0, cercato da Immobile (il migliore in campo).

Nel secondo tempo, nel giro di un minuto l’Italia andava sotto. Al 57′ Pandev approfitta di un errore azzurro a centrocampo e serve Nestorovski che non sbaglia: 1-1. Poco dopo, “buco” di Verratti che consente il contropiede alla Macedonia, concluso in gol da Hasani. A seguire, Ibrahimi si mangia il pallone del possibile 3-1. Ventura cambia Sansone con Bernardeschi e Bonaventura con Parolo: l’Italia appare almeno più grintosa. Al 75′ arriva il pareggio: Candreva serve Immobile che di sinistro fulmina il portiere. Gli azzurri insistono e al 91′ arriva la rete della vittoria: è ancora Candreva a servire con un cross Immobile che un colpo di testa da posizione molto ravvicinata sotto la traversa segna il 2-3. L’Italia resta agganciata in testa alla classifica alla Spagna a quota 7 punti.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.