Scatta l’ora di Bessa per archiviare la salvezza

Il brasiliano può far saltare l'orizzontale 3-5-2 di Baroni con la sua posizione verticale

1074
Bessa
Daniel Bessa a terra (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Scatta l’ora di Daniel Bessa. Genoa-Frosinone può essere il suo palcoscenico se gli incastri tattici della vigilia non daranno equivoci di formazione. Prandelli lo schiererà ancora come fantasista tra le linee, appena dietro Kouamé e Sanabria. Si tratta di una posizione che il brasiliano ha già interpretato in carriera ma mai con continuità. Al Genoa deve consacrarsi in tale ruolo perché ha un buon tiro, un’ottima balistica per colpire da fuori area e su punizione e per smarcare il compagno. Bessa ha la qualità per arrivare a giocare in un grande club, solo che non l’ha ancora sfruttata a pieno.

Ha giocato cinque volte da trequartista e il Grifone non ha mai perso. Una vittoria contro il Bologna a inizio anno e quattro pareggi, tra cui l’1-1 dell’Allianz Stadium che lo ha visto protagonista con un gol da incursore. Prandelli lo ha sempre utilizzato (a parte due spezzoni di gara con Bologna e Lazio) e vuole riproporlo contro il Frosinone. Può far saltare l’orizzontale 3-5-2 di Baroni con la sua posizione verticale che costringe Ciano o il metodista gialloblù ad accorciare e perdere offensività. Un tipo di giocatore come Bessa deve essere ispirato per spolverare una giocata che può decidere la partita.

Genoa-Frosinone può, anzi deve, essere la partita del brasiliano di San Paolo. Ha bisogno del gol, che manca da quattro mesi, e dell’assist, ritardatario da quattro match sulla ruota di Genova. La continuità, infatti, è il suo punto debole. Bessa, però, gode della massima fiducia di Prandelli che spesso lo alterna a Pandev a gara in corso: è la sostituzione più naturale tra calciatori tanto tecnici quanto imprescindibili per il Grifone. L’ex Hellas è l’uomo chiamato a fare la differenza contro il club laziale per archiviare la pratica salvezza. La parte sinistra della classifica può attendere. Prima c’è il Frosinone. Scatta l’ora di Daniel Bessa.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.