I PRECEDENTI – A Bergamo per invertire la tendenza

Tradizione sfavorevole per il Genoa a Bergamo. Sei sconfitte consecutive negli altrettanti ultimi precedenti. Il gol manca dal 1993-'94, con Skuhravy a portare provvisoriamente in vantaggio i rossoblù

26
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

I tabù, in casa Genoa, non fanno più paura, dopo una stagione che ha permesso di sfatarne un numero incredibile. La gara agli “Atleti Azzurri d’Italia” di Bergamo, però, costituisce una sorta di prova del fuoco per il Grifone: negli ultimi sei precedenti, infatti, i rossoblù hanno rimediato solo sconfitte, le ultime cinque delle quali arrivate anche senza mettere a segno neppure un gol. Per ricordare una rete nella tana dell’Atalanta bisogna tornare all’inutile acuto di Skuhravy nella stagione 1993-’94. Il provvisorio vantaggio ospite venne vanificato dagli spunti di Ganz e Valentini.

Lo scorso anno il Genoa andò a far visita all’Atalanta nell’ultima giornata di campionato e la gara terminò con il punteggio di 2-0 per i nerazzurri, con reti di Floccari e Marconi.

L’ultima gioia rossoblù a Bergamo risale alla stagione 1992-’93, con Fortunato e Ruotolo a propiziare il definitivo 1-2. Reti bianche, invece, nel 1990-’91.

Complessivamente il bilancio registra undici affermazioni dell’Atalanta, sei del Grifone e otto pareggi. Il Genoa non ha mai usufruito di un calcio di rigore sul terreno lombardo. Nel computo dei gol, nerazzurri a segno trentadue volte, genovesi in venticinque circostanze.

Claudio Baffico

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.