Gasperini-Marino: la coppia che strega tutti

I due allenatori hanno in comune un gioco spumeggiante che ottiene buoni risultati: per il rossoblù il quarto posto in A, la qualificazione Uefa per il bianconero

33
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La serie A li ha scoperti da poche stagioni, ma Gian Piero Gasperini e Pasquale Marino hanno già stregato buona parte degli appassionati di calcio. Quelli che, quando pensano alle squadre che divertono, si riferiscono a Genoa ed Udinese.

I punti di contatto tra i due tecnici sono parecchi. E non si limitano alla scelta del modulo e al modo di intendere questo sport. Ma anche e soprattutto ad un carriera che, negli ultimi anni, ha registrato un’impennata incredibile.

Ad accomunare Gasperini e Marino è anche la grande fiducia che sono riusciti a conquistare in seno alle rispettive società. L’allenatore rossoblu, lo scorso anno, nonostante un ciclo di partite non fortunate ricevette dal presidente Preziosi un grande attestato di stima: il prolungamento del contratto. E mai decisione fu più azzeccata.

Pasquale Marino ha rischiato grosso qualche mese fa, quando la sua Udinese, oltre ad uscire dalla Coppa Italia, rimediò ben cinque sconfitte consecutive, oltre a chiudere dodici partite di fila senza la gioia dei tre punti. La famiglia Pozzo, però, non si fece prendere dal panico, e restò a fianco dell’apprezzato tecnico. E da qualche settimana i friulani, seppur attardati in classifica, sono tornati a volare sia in campionato che in Coppa Uefa.

I precedenti in serie A tra Gasperini e Marino sono appena tre, ed il mister rossoblu è ancora imbattuto: due vittorie, ottenute nel campionato 2007-08, ed un pareggio, scaturito dalla gara dello scorso 2 novembre.

Claudio Baffico

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.