Promossi&Bocciati: Bene la difesa. Centrocampo mediocre, Sanabria si batte a cercare palloni

Le pagelle di Pianetagenoa1893.net su Parma-Genoa: male Lazovic e Kouamé. Peggio l'arbitro Sacchi per due errori decisivi in pochi minuti

2124
Lazovic (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Le pagelle di Parma-Genoa.

GENOA

Jandrei 6: esordio amaro per il brasiliano in una partita di ordinaria amministrazione, incolpevole sul gol decisivo, bravo a disorientare Gervinho nel recupero. Dimostra di avere buone doti con i piedi.
Pereira 6: partita di sacrificio su Gervinho. L’ivoriano è pericoloso solo nel finale con il Genoa sbilanciato in avanti alla disperata ricerca del pareggio. (Dall’87’ Lapadula s.v.).
Romero 7: chiude ogni varco rendendo inoffensive le punte ducali.
Zukanovic 6,5: forse la miglior partita da quando è al Genoa. Inglese è pericoloso solo una volta nel primo tempo.
Criscito 6: gli unici cross pericolosi partono sempre dai suoi piedi.
Lerager 5,5: sufficienza macchiata dal gol fallito nel secondo tempo.
Radovanovic 5: mai un acuto, gioca sempre con passaggi laterali, ogni tanto dovrebbe provare una verticalizzazione. (Dall’81’ Pandev 6: nei pochi minuti di gioco crea vivacità all’attacco rossoblù).
Bessa 5,5: benino nel primo tempo, nella ripresa gioca con un fastidio muscolare e non si vede quasi mai. (Dal 74′ Rolon 5,5: entra in campo ma non se ne accorge nessuno).
Lazovic 5: da lui ti aspetti che qualche volta salti l’uomo o che faccia dei cross in area interessanti. Non succede nulla di tutto questo.
Sanabria 6,5: si danna l’anima per andare a cercare qualche pallone giocabile anche lontano dall’area avversaria. Sfiora il gol di testa e serve a Lerager un palla da buttare dentro.
Kouamè 5: giocatore involuto da qualche partita. Mai pericoloso forse perché gioca troppo decentrato.
All. Prandelli 5: schiera una squadra attendista per paura del micidiale contropiede di Gervinho però un uomo di qualità in mezzo (Veloso?) oggi sarebbe venuto comodo.

PARMA: Sepe 6; Iacoponi 6; Bruno Alves 6; Gagliolo 6; Dimarco 6 (Dall’84’ Bastoni s.v.); Gagliolo 6; Kucka 6,5; Scozzarella 6 (Dal 71′ Biabiany 6,5); Rigoni 6; Gervinho 5; Inglese 5,5; Siligardi 6 (Dall’87’ Sierralta s.v.). All. D’Aversa 6.

Arbitro: Sacchi di Macerata 3. Due errori decisivi in pochi minuti. Concede al Parma un calcio d’angolo inesistente e decide di non andare al monitor dal quale avrebbe potuto vedere il tocco di mano di Rigoni sul gol di Kucka.

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.