Probabili formazioni: Genoa a Napoli col 3-5-2

Dopo le sconfitte con Udinese e Inter, il tecnico rossoblù Prandelli cambia tutto

2422
Kouamé durante Genoa-Napoli (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Cesare Prandelli domani al San Paolo cambierà tutto. Al di là delle assenze degli squalificati Romero e Zukanovic, oltre alle necessità di un turnover per affrontare la terza partita in otto giorni, è una scelta di buon senso quella di tornare al 3-5-2. Un modulo più coperto ed equilibrato, più consono per affrontare il Napoli secondo in classifica e in corsa per l’Europa League dove affronterà giovedì l’Arsenal. Ovviamente non è soltanto il tecnico che ha dovuto svolgere dei cambiamenti: li dovranno svolgere anche i giocatori che dovranno cambiare atteggiamento e mentalità, dopo le men che mediocri prestazioni contro Udinese e Inter. Probabilmente il ritiro di Posillipo (dal greco Pausyllipon che significa luogo di assenza di dolore) può ispirare i Grifoni: nella splendida collina sorgeva la residenza del princeps Augusto (ereditata dal suo mentore, il governatore d’Asia Publio Vedio Pollione) dove si pensa che abbia soggiornato anche il poeta Virgilio, autore dell’Eneide. L’ispirazione per i rossoblù verso alte imprese, potrà subentrare quando effettueranno la sgambatura presso il campo sportivo Denza, dove hanno tirato i primi calci il grande campione azzurro Gianni Improta e Antonio Floro Flores attaccante di Napoli e Genoa, come racconta Iamnaples.it.

E dai racconti storici, torniamo alla partita. Nella difesa a tre, dove si trova a sua agio, Biraschi sarà assieme a Gunter e a Criscito: il trio dovrà marcare stretto Milik e Mertens. Cambiamenti anche nel quintetto di centrocampo: a destra dovrebbe giocare Pereira (opposto a Zielinski), mentre a sinistra tornerà Lazovic che dovrebbe duellare contro Verdi. In mediana Veloso orchestrerà le manovre, affiancato da Sturaro che svolgerà il ruolo di frangiflutti in fase difensiva e da Bessa che avrà licenza di agire in fase offensiva. Il duo di attacco sarà l’ex azzurro Pandev e Kouamè che avranno il compito di sfondare il muro avversario Maksimovic-Koulibaly. Fischio d’inizio dell’arbitro Pasqua alle 20.30: passo e chiudo!

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.