Zangrillo smentisce la morte di Raiola: «Sono indignato dalle telefonate di pseudo giornalisti che speculano sulla vita di un uomo che sta combattendo»

Il primario del San Raffaele lo ha affermato su Twitter. Secca smentita anche dai collaboratori dell'agente

Zangrillo Genoa
Il presidente Alberto Zangrillo (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Da alcune ore si è diffusa la notizia della morte di Mino Raiola. Poco fa, attraverso Twitter, è arrivata la smentita di Alberto Zangrillo, primario dell’ospedale San Raffaele, dov’è ricoverato il famoso agente di calciatori, oltre ad essere suo medico personale. «Sono indignato dalle telefonate di pseudo giornalisti che speculano sulla vita di un uomo che sta combattendo», ha affermato Zangrillo.

E’ arrivata anche poco fa la smentita. sempre attraverso Twitter, la smentita da parte dei collaboratori di Mino Raiola: «Stato di salute attuale per chi se lo chiede: incazzato la seconda volta in 4 mesi mi uccidono. Sembro anche in grado di resuscitare».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.