Zanardi in coma, il dottor Scolletta: «A due giorni dal trauma, le condizioni sono ancora stabili e ci dà grande fiducia»

Il direttore del dipartimento di emergenza del Policlinico di Siena: «Confidiamo nella sua possibilità di recupero, è un grande atleta e lo ha dimostrato»

813
Alex Zanardi (Foto da Wikipedia)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il dottor Sabino Scolletta, direttore del dipartimento di emergenza del Policlinico Scotte di siena, ha spiegato le ultime novità sulle condizioni di Alex Zanardi ricoverato in coma farmacologico dopo l’incidente di venerdì. Ecco quanto riporta TMW.
«Alex ha trascorso la notte in condizioni di stabilità cardiocircolatoria, respiratoria, metabolica. Resta intubato e sedato, ventilato meccanicamente ma è ben adattato al ventilatore meccanico. Le condizioni cardiocircolatorie sono stabili e adeguate. Il neuromonitoraggio ha mostrato una certa stabilità, anche se questo dato va preso con cautela perché il quadro neurologico resta grave, Le condizioni cliniche sono stabili, anche se questo non ci consente di escludere possibili evoluzioni o complicante. Per questo la prognosi resta riservata. Lo teniamo sedato per tenerlo stabile, valuteremo nei prossimi giorni se iniziare a sospendere la sedazione per valutare il quadro neurologico. Tutto dipenderà dalla stabilità delle condizioni cliniche.

Confidiamo nella sua possibilità di recupero, è un grande atleta e lo ha dimostrato. Le condizioni generali sono stabili, siamo piuttosto soddisfatti di come sta procedendo il quadro clinico.

In questo momento siamo focalizzati sul quadro neurologico, il confronto con i neurochirurghi è costante. Le condizioni sono stabili come ieri. Il fatto che le condizioni siano ancora stabili, a due giorni dal trauma, ci dà grande fiducia».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.