Vigorito: «Il rigore per il Benevento lo ha visto tutta Italia tranne Mazzoleni»

Il presidente giallorosso: «Il problema è Mazzoleni, se si vuole uccidere una squadra del Sud si manda lui»

2328
Oreste Vigorito, presidente del Benevento (foto da Sky Sport)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Credo che con i vostri mezzi state vedendo anche voi. Credo che per una domenica il calcio possa fermarsi con la filosofia e guardare le immagini, che ha visto tutta Italia tranne Mazzoleni». Oreste Vigorito, presidente del Benevento, ai microfoni di Sky Sport va giù duro contro il Var della gara contro il Cagliari che ha annullato un rigore per gli Stregoni. «Io non ho mai detto una parola sugli arbitri – prosegue il numero uno giallorosso – ma ora parlo della televisione. Se gli arbitri non sanno guardare la Var possiamo toglierla. Noi ci rimettiamo un anno di sacrifici perché il signor Mazzoleni, col c..o sulla panchina, non sa guardare la televisione.  Io sono il presidente Vigorito, in quindici anni non ho mai detto un c…o su quello che fate e dite. Non è uno sfogo, voi siete addetti a dare informazioni. Dovreste andare lì a far vedere le immagini».

Vigorito è un fiume in piena e punta l’indice su altri episodi: «Ci i rimettiamo un anno di sacrifici, sotto la pioggia, il vento, la neve. Il problema è Mazzoleni, se si vuole uccidere una squadra del Sud si manda lui, forse è una nuova carica. Non ho mai detto un c…, ma questi signori devono uscire dal calcio. Anche nel primo tempo ci è stato fischiato un fuorigioco inesistente, c’era pure un rigore su Caprari».

Mazzoleni era al Var anche in Napoli-Cagliari, match pareggiato dai rossoblù sardi negli ultimi secondi, e Vigorito aggiunge: «E’ una vergogna rimandare lo stesso arbitro dopo sette giorni a fare lo stesso, di nuovo al sud, a fare le stesse cose. C’è solo lui? Abbiamo sempre parlato con garbo e cortesia, siamo una squadra che ha raggiunto il nono posto con audience, forse rompe i c… a qualcuno. Non è uno sfogo, è una denuncia. Se a qualcuno non sta bene mi quereli, tanto una in meno o una in più…».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.