VIDEO, 70 anni fa il Grande Torino diventava leggenda

Oggi nel capoluogo piemontese si commemorerà la mitica squadra granata distrutta nel terribile schianto del Fiat G 212 sulla collina di Superga

298
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Settanta anni fa il Torino diventava leggenda e si trasformava nel Grande Torino. Quella squadra costruita con tanta fatica dal presidente Ferruccio Novo sparì nello schianto di un Fiat G 212 contro la collina di Superga in quel triste pomeriggio del 4 maggio 1949. Chi scrive ha la testimonianza di suo padre che l’aveva visto giocare: “Non ho mai più visto una squadra che faceva al massimo 7-8 passaggi e poi tirava subito in porta”. Un meccanismo da orologio di precisione che consentiva di demolire qualunque avversario. Il caso volle che fu proprio il Genoa a incontrare dopo la tragedia, il 15 maggio, i granata che schieravano la formazione giovanile (CLICCA QUI PER LEGGERE IL RACCONTO).

Oggi si terranno a Torino le commemorazioni di quella squadra mitica. Alle ore 10.30 si svolgerà una cerimonia al Cimitero Monumentale; alle 15.30 la Santa Messa in duomo; alle 17.00 la lettura dei nomi a Superga. Anche noi vogliamo ricordare i caduti di quella tragedia, elencando i loro nomi (insieme al luogo di sepoltura) e pubblicando una serie di video d’epoca, tra cui quello dei solenni funerali, oltre a una ricostruzione del volo del Fiat G 212 sino allo schianto.

Giocatori
Dirigenti
  • Egidio (detto Arnaldo) Agnisetta (55, Direttore Generale), Cimitero Monumentale di Torino (tomba di famiglia);
  • Ippolito Civalleri (66, Dirigente Accompagnatore), Cimitero Monumentale di Torino (tomba di famiglia);
  • Andrea Bonaiuti (36, organizzatore delle trasferte), Cimitero Monumentale di Torino.
Allenatori
  • Egri Erbstein (50, Direttore Tecnico), Cimitero Monumentale di Torino;
  • Leslie Lievesley (37, allenatore), Cimitero annesso alla Chiesa di Saint Michael di Rossington, Distretto di Doncaster (Regno Unito);
  • Ottavio Cortina (52, massaggiatore), Cimitero Monumentale di Torino.
Giornalisti
  • Renato Casalbore (58, Tuttosport), Cimitero Monumentale di Torino (tomba di famiglia);
  • Renato Tosatti (40, Gazzetta del Popolo), Cimitero Monumentale di Torino;
  • Luigi Cavallero (42, La Nuova Stampa), Cimitero Monumentale di Torino.
Equipaggio
  • Pierluigi Meroni (33, primo pilota), Cimitero Monumentale di Milano;
  • Cesare Bianciardi (34, secondo pilota), Cimitero della Misericordia di Livorno;
  • Celeste D’Inca’ (44, motorista), Cimitero Monumentale di Sesto San Giovanni (Mi);
  • Antonio Pangrazzi (42, radiotelegrafista), Cimitero Maggiore di Milano.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

 

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.