Un Tacco di Classe: le cessioni meno traumatiche per il Grifone

Perin, Izzo, Pavoletti e Ansaldi: Preziosi non li potrà vendere tutti

44

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Addio Gasperini. Folla, emozione, commozione. Finita un’epoca. Si ricomincia con i veri problemi. Il mercato, i bilanci, la squadra, il nuovo allenatore, i cinesi (?!), i canadesi.

Parliamo di cose serie. Dato per scontato che Preziosi ha bisogno di almeno venticinque, trenta milioni di plusvalenze per coprire il bilancio venderà sicuramente qualche “fiore all’occhiello” creato da Gasp.

Ecco i nomi: Perin, Izzo, Pavoletti, Ansaldi. Questi potrebbero far scattare plusvalenze interessanti. Ma la domanda è: ovviamente non venderà tutti quanti, ma allora quali potrebbero essere le cessioni meno traumatiche? Vediamo.

Pavoletti. Il bomber certamente costa molto, almeno quindici milioni. Ma si dovrà sostituirlo. Si parla di Lapadula, ma sarà mercato difficile avendo dietro Napoli, Fiorentina e Lazio piede di soldi. Comunque guai a vedere “Pavo” e a non sostituirlo adeguatamente. Un altro bomber e di qualità di vuole.

Rincón. Richiesto. Ora pare dal Cagliari, ma si offrono pochi milioni. Invece Rincón vale almeno dieci milioni (qualcosa di meno). E certamente la sua sostituzione sarà difficile, anche se meno preoccupante di quella di “Pavo”. Varrebbe la pena non “svenderlo”.

Izzo. Con la faccenda della vertenza giudiziaria è calato un po’ il suo valore e la sua immagine. Ma è un calciatore sul mercato e potrebbe essere ceduto. La sua sostituzione potrebbe essere più facile: intanto Burdisso, De Maio, Marchese e Muñoz ci sono. Milanetto dovrà scoprire qualche giovane difensore di valore.

Perin. Il portierone potrebbe essere un ottimo uomo mercato, se davvero il suo recupero sta andando velocemente e se a inizio di campionato potrebbe essere pronto. È vero, perdere il numero due (dopo Buffon) dispiacerebbe, ma il suo costo sarebbe rilevante. E poi, onestamente, Lamanna ha dimostrato di stare egregiamente tra i pali e di essere un’assoluta sicurezza per la prossima stagione. I quindici, venti milioni di Perin risolverebbero definitivamente i problemi di gestione.

Ansaldi. Ci sarebbe sempre più il “caso” Ansaldi: riscattato a quattro milioni, a quanto potrà essere ceduto? Dipenderà dalla bravura di Preziosi: perché se arrivassero almeno otto milioni ci sarebbe una buona plusvalenza, ma a meno il discorso economico diventerebbe poco interessante. Si vedrà.

E dopo tutti eventuali “movimenti” si vedrà cosa saprà fare l’ottimo e simpatico Jurić. Riuscirà il nostro eroe a ripetere i miracoli di Gasperini?

Vittorio Sirianni

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.