Tuttosport, Samp-Fiorentina verso il rinvio. Okay Milan-Genoa

Si giocherà a San Siro, ma con minuto di silenzio e lutto al braccio

5932
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ferita, rabbiosa, sotto shock. Genova è alle prese con l’emergenza, senza nemmeno aver tempo per ultimare la conta delle vittime: e no, non si tratta dell’emergenza di un eventuale rinvio di Sampdoria-Fiorentina, partita prevista per domenica, un po’ perché non è questo il caso di parlarne e un po’ perché tecnicamente il Ferraris non si trova nella zona interessata dalla drammatica tragedia di ponte Morandi. Ciononostante Tuttosport segnala come la sensazione dilagante veda il posticipo della prima giornata di campionato, almeno per i blucerchiati, mentre il Genoa (che ha appeso le bandiere a mezz’asta in segno di lutto) è soggetto alla decisione che oggi o domani la Prefettura prenderà insieme alle autorità cittadine.

Giornata surreale a Villa Rostan e a Bogliasco, tra il lutto cittadino e le oggettive difficoltà logistiche nel muoversi tra il traffico congestionato del capoluogo ligure. Mentre Mimmo Criscito rivelava di essere scampato al crollo per qualche minuto e la Sampdoria annunciava il rinvio della presentazione del neo acquisto Albin Ekdal, in accordo con l’Amburgo, la situazione s’è delineata: verso il rinvio Sampdoria-Milan, perché non è il caso di scherzare col pallone in un territorio dilaniato e sconvolto, semaforo verde per Milan-Genoa che, come tutte le altre partite in programma, verrà vissuta con minuto di silenzio e lutto al braccio. Sturaro (“Un ponte percorso centinaia di volte, una tragedia che ha colpito la mia terra”) e Pavoletti (“Mette i brividi pensare a quante volte ci siamo passati”) si sono sfogati sui social, insieme al ct Mancini e al patron dell’Entella Gozzi: “Forza Genova, rialzati. Ora più che mai dobbiamo essere tutti genovesi, abbiamo le lacrime agli occhi ma anche la forza e il coraggio di chi non si arrende”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.