Tuttosport, Piatek l’erede di Diego Milito: vale 60 milioni

Il polacco e l'astice alla catalana cucinato da Preziosi

1217
Piatek
Kris Piatek (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Per il Genoa, Krzysztof Piatek è – secondo quanto si legge stamani sull’edizione odierna di Tuttosport – l’erede naturale di Diego Milito. Una gemma da valorizzare, un 23enne con margini di crescita spaventosi e un’affinità pazzesca col gol, un talento che l’8 giugno scorso il Grifone acquistava dal KS Cracovia per 4 milioni, cifra irrisoria alla luce della valutazione attuale. A quattro mesi dal suo trasferimento, nato da una cena di fine maggio nella casa del presidente Preziosi a Ibiza con menù a base di astice alla catalana, cui partecipò pure l’agente FIFA Gabriele Giuffrida, il rendimento del numero 9 rossoblù ha superato ogni ragionevole attesa.

Così il quotidiano torinese sentenzia che a Preziosi possano esser mosse tutte le critiche al mondo, tranne però quelle riguardanti il suo fiuto per gli affari e una conoscenza approfondita del mondo del calcio. Sulla scia di Milito e Thiago Motta, Rincon e Palacio, Perotti e Criscito, oggi Piatek si candida a battere le importanti plusvalenze sopracitate. Difficilmente partirà a gennaio, mentre è quasi certo che a giugno il Pistolero saluterà il Ferraris. Non senza il maggior numero possibile di reti e un assegno extra, si spera in casa Genoa.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.