Tuttosport, Cristian Romero ha superato l’esame

La prestazione del futuro bianconero

1874
Pereira Lazovic Lerager
(foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Un 7 in pagella, accompagnato dalla descrizione: “Conferma ai dirigenti juventini che hanno fatto bene a prenotarlo. Personalità, tempismo e aggressività“. Innegabile che per Cuti sia stata una partita dal sapore di possibile futuro, viste le speculazioni autunnali circa un suo possibile trasferimento, in estate, alla corte della Juventus campionessa d’Italia. In un contesto tale per cui Massimiliano Allegri starebbe valutando anche il profilo di Matthijs De Ligt, gioiellino dell’Ajax che i bianconeri affronteranno ai quarti di Champions League, è l’interrogativo su una possibile difesa a tre a prendersi la scena. Certo è che il Genoa abbia sfruttato la linea Caceres-Bonucci-Rugani per approfittare della velocità dell’ivoriano Kouamé – si legge stamani su Tuttosport – ma specie i due difensori azzurri non sono stati in grado di sviluppare contromosse adeguate.

Merito di Prandelli, da 7 per aver presentato un Genoa attento, che ha concesso pochissimi spazi alla Juventus e si è proposto ogni qual volta poteva. Terza vittoria per il tecnico di Orzinuovi sul collega livornese in carriera, su cinque precedenti, annessa euforia e nessun segreto: “Non esistono segreti nel calcio, quando una squadra è compatta e ordinata le distanze diminuiscono e così puoi raddoppiare anche sui grandi giocatori“.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.