Tudor: «Il Genoa ha giocatori esperti e avrà il vantaggio del fattore campo»

Il tecnico del Verona: «Nell’ultima sfida di campionato hanno fatto un buon punto fuori casa, dimostrando le loro qualità»

1478
Igor Tudor (Foto sito ufficiale Hellas Verona)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Alla vigilia di Genoa-Hellas Verona, il tecnico gialloblù Igor Tudor ha parlato in conferenza stampa.

Come sta la squadra? «Due trasferte così lunghe e ravvicinate pesano, non c’è dubbio, ma non ci sono e non ci vogliamo creare alibi. Quello che conta è che vogliamo giocare un’altra gara importante, contro un avversario forte. Oggi capirò come sta la squadra e domani scenderanno in campo i giocatori più pronti per affrontare questa sfida».

Che Genoa mi aspetto? «Ha giocatori esperti e avrà il vantaggio del fattore campo. Nell’ultima sfida di campionato hanno fatto un buon punto fuori casa, dimostrando le loro qualità. Mi aspetto un Verona che dia il massimo e che cerchi di commettere meno errori possibili».

Se recupererò qualche giocatore per Genova? «Sutalo potrebbe essere convocato. Veloso spero sarà disponibile nelle prossime settimane, perché non è solo un giocatore forte ma anche un punto di riferimento come uomo spogliatoio, un leader e un esempio per tutti i ragazzi».

Col senno di poi cambierei qualcosa della gara di Salerno? «Penso che abbiamo limitato molto il loro gioco e creato tantissimo rispetto ai nostri avversari. Abbiamo segnato due gol e colpito due pali, il rammarico resta solo per non aver raccolto il bottino pieno. Se avessimo avuto un po’ di freschezza in più saremmo riusciti a tenere il pallino del gioco e avremmo potuto portare i tre punti».

Se ho detto qualcosa di particolare a Kalinic? «Conoscevo già Nikola, abbiamo giocato sei mesi insieme quando io ero a fine carriera e lui stava iniziando. È sicuramente un giocatore di grande classe, per noi è una risorsa importante e io sono contento di averlo a disposizione. Deciderò oggi se sarà ancora titolare, durante la gara abbiamo cinque cambi a disposizione e io ritengo fondamentali anche i giocatori che subentrano. Da tutti pretendo sempre il massimo».

Come valuto le prestazioni a livello difensivo? «Sono contento nonostante i gol subìti, perché sono stati incassati non per sbagli individuali, ma per situazioni di gioco dove siamo stati meno attenti. Li vedo motivati e concentrati, alcuni elementi della rosa mi stanno anche sorprendendo positivamente».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.