Tuchel non aspetta Callegari: ecco il Genoa

Preziosi sta plasmando la mediana di centrocampo per renderla tecnica e ricca di personalità ma al momento l'unico punto fermo è Hiljemark

886

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Tuchel non ha tempo per aspettare Callegari. Molto strano per l’ex allenatore del Borussia Dortmund, capace di coniugare il successo all’abilità di lanciare giovani. In due stagioni nella Ruhr ha lanciato tre giocatori di assoluto livello. Julian Weigl, Matthias Ginter (l’erede che nel 2020 prenderà il posto della generazione di Boateng e Hummels) e Christian Pulisic sono il presente e futuro del BVB e della Nationalmannschaft. Impossibile che Tuchel non intraveda delle qualità in Lorenzo Callegari, un ragazzo dell’Under 19 del Paris finito nelle relazioni di mille osservatori di altrettanti club del mondo.

Il Genoa sta plasmando la mediana di centrocampo per renderla tecnica e ricca di personalità. Preziosi compirà il massimo sforzo per tenere Bertolacci, magari rinnovando il prestito di un altro anno, e portare a Genova almeno uno tra Mandragora e Sturaro. Perciò allo stato attuale dei lavori l’unico punto fermo del centrocampo rossoblù è Hiljemark. Omeonga avanzerà di gerarchia essendo, al momento, l’unico interditore del reparto capace, tra l’altro, di adattarsi come ala di quantità. Veloso pare sempre più destinato a una nuova vita.

Con l’eventuale arrivo di Callegari – l’aggenttivo è d’obbligo dopo le notizie di quest’inverno e i tempi biblici della trattativa – la società darebbe un bel segnale alla tifoseria. Il Genoa crede nei giovani di talento e li vuole di proprietà. Sinonimo di continuità aziendale, elemento essenziale nel calcio moderno. Mandragora, Sturaro, Callegari: salvo clamorosi ribaltoni di mercato due su tre saranno del Grifone. Gli juventini tornerebbero al nido per consolidarsi e rigenerarsi, il francese d’origini piacentine per iniziare la carriera da professionista. Tutti hanno una motivazione per scegliere il Genoa, con l’aggiuta delle garanzie di Ballardini, un gestore del gruppo come testimonia la sua carriera. Il Grifo accelera per Callegari e molto probabilmente in settimana ci sarà la risoluzione dell’affare. Con buona pace di Tuchel che non ha tempo per aspettarlo.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.