Tragedia di Genova: gli infermieri del Cives come supporto ai familiari delle vittime

Tra poche ore ci saranno i funerali di stato a Genova dopo la tremenda tragedia del crollo del ponte Morandi, avvenuto martedì mattina e che ha causato 38 morti e ancora diversi dispersi. A margine di questi dolorosi eventi, c’è chi si adopera per supportare i familiari delle vittime, drasticamente sconvolti. A tal riguardo, Pianetagenoa1893.net […]

290
Maurizio Genoa Genova Ponte Morandi
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Tra poche ore ci saranno i funerali di stato a Genova dopo la tremenda tragedia del crollo del ponte Morandi, avvenuto martedì mattina e che ha causato 38 morti e ancora diversi dispersi.

A margine di questi dolorosi eventi, c’è chi si adopera per supportare i familiari delle vittime, drasticamente sconvolti.

A tal riguardo, Pianetagenoa1893.net ha contattato Lorenzo Stagnaro, presidente del nucleo CIVES degli infermieri di Genova, da giorni in moto per dare una mano volontariamente, sacrificando i propri impegni ed affetti privati per una giustissima causa.

Gli infermieri CIVES sono inseriti nel sistema nazione di Protezione Civile e quando richiesto partecipano attivamente alle attività di soccorso, gestione e recupero delle normali condizioni sanitarie per le popolazioni colpite da eventi straordinari, sia a livello locale che nazionale. l’idea che nasce con CIVES è quella di organizzare lo spirito di solidarietà dei professionisti costruendo un sistema di intervento volontario che sappia esaltare la competenza e le specializzazioni che gli infermieri sono in grado di esprimere. Nell’ottica di valorizzazione di tutte le professionalità infermieristiche, si può parlare di un intervento a tutto campo di professionisti volontari che possono garantire una presenza qualificata.

“Stiamo garantendo supporto ai familiari delle vittime del crollo del ponte Morandi, un supporto non strettamente psicologico, ma di natura infermieristica visto che potrebbero soprassedere malori dovuti allo shock del lutto – ha raccontato al telefono Stagnaro -.Abbiamo presenziato soprattutto alla Fiera di Genova, dove tra poche ore si svolgeranno i funerali delle vittime. Qui transiteranno le salme, ed è fondamentale esserci per i parenti delle persone coinvolte. Il CIVES manterrà la propria disponibilità completa, a seconda delle esigenze”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.