Torino-Genoa, le pagelle: vacanza sotto la Mole per Perin, riecco Goldrake

Pjaca manca di cattiveria e spreca la palla gol dei tre punti a otto minuti dal termine

8263
Perin Czyborra Torino-Genoa
Perin in presa bassa, Czyborra agevola l'uscita (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Pubblichiamo di seguito le pagelle di Pianetagenoa1893.net ai protagonisti di Torino-Genoa, anticipo della ventiduesima giornata di Serie A terminato con il punteggio di 0-0.

Genoa 6 – Quando fa freddo, occorre coprirsi. Punto meritato

Perin 6 – Pomeriggio di assoluta tranquillità. Zero rischi, zero parate

Masiello 7 – Buon rientro dopo il piccolo infortunio muscolare. Sempre concentrato e ben posizionato

Radovanovic 7 – Un solo (grosso) errore con una palla in uscita persa contro Belotti: per il resto, prestazione di buon livello, soprattutto nei duelli aerei

Criscito sv – Issa bandiera bianca per un problema alla caviglia (18′ Goldaniga 7 – Il nostro migliore in campo: due volte determinante, prima su Belotti al 28′ e poi su Nkoulou a inizio secondo tempo)

Zappacosta 7 – Il più vivo e pericoloso del Genoa con le sue corse e i suoi cross: colpisce altresì un palo

Zajc 6 – Meno acuminato del solito, oggi il Genoa aveva bisogno della sua qualità

Rovella 6 – Ordinato in impostazione, senza strafare, come gli avrà chiesto mister Ballardini

Strootman 7 – Ci mette grinta e personalità, inventa alcune soluzioni interessanti alzando la palla sopra la testa dei difensori del Toro

Czyborra 7 – Ingaggia il duello con Singo e lo stravince: va vicino alla rete con una conclusione al volo sventata da Sirigu con i piedi

Pandev 5 – Nessun pallone giocabile, non lega i reparti (46′ Shomurodov 5 – Non entra nel ritmo della partita)

Destro 5 – Mette volontà ma al capocannoniere del Genoa si chiede di più (77′ Pjaca 5 – Manca di cinismo quando a otto dal termine non spinge in gol una palla deliziosa di Zappacosta)

Allenatore Ballardini 7 – Diciotto punti in nove partite, la media resta sublime: forse oggi con un pizzico d’intraprendenza avrebbe trovato la vittoria

Torino 6 – Sirigu 7; Izzo 5, Nkoulou 6, Bremer 6; Singo 5, Lukic 5 (71′ Baselli 5), Mandragora 6, Rincon 6 (79′ Linetty 5), Ansaldi 7 (79′ Murru 5); Zaza 5 (71′ Verdi 5), Belotti 7 – Allenatore Nicola 6

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.