Thiago Motta: «Il mio possesso è un mezzo per vincere le partite»

Il tecnico del Genoa avverte: «La Spal corre tantissimo, è una squadra convinta dei propri mezzi»

1343
Thiago Motta Pajac Schöne Criscito Genoa
Thiago Motta con i giocatori durante l'allenamento a Pegli (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Spal, meno uno. Il Genoa è pronto per la sfida di Ferrara, stando a quanto dichiarato da Thiago Motta in conferenza stampa: «Sono contento per come abbiamo lavorato in queste due settimane. I calciatori sono tutti pronti per giocare». Il tecnico paulista fa trapelare abbondanza in ogni reparto, eccezion fatta per Christian Kouamé: «La sua assenza dovrà essere uno stimolo per tutto il Genoa, non solo per il reparto offensivo. I gol? Me li aspetto anche dagli inserimenti dei centrocampisti e dai difensori, le partite si vincono non soltanto con le reti degli attaccanti».

Quando si parla di stile di gioco mister Thiago Motta diventa categorico: «Ogni allenatore ne ha uno personale in cui crede fortemente. Il mio possesso palla è un mezzo per provare a vincere e non per stare comodi o piacere al pubblico. Il suo dato statistico è relativo: talune volte vinci con meno possesso, altre volte perdi con più possesso». Fine della lezione. La Spal, d’altra parte, è un chiaro esempio d’identità calcistica: «Corrono tantissimo e sanno cosa fare quando sono in campo – spiega Thiago – sono convinti dei propri mezzi. É la vittoria di Semplici. Come minimo domani sera dovremo essere alla loro altezza agonistica».

L’attuale posizione in classifica della Spal è bugiarda perché non riflette il reale valore della squadra e la qualità del lavoro di Leonardo Semplici, un tecnico ancora sottovalutato dall’opinione generale. «Ripartiamo dalla prestazione di Napoli senza pensare troppo all’avversario anche perché posso controllare solo ciò che è in nostro possesso. Per questo ai miei uomini chiedo sempre il massimo; alla fine conta solo il risultato» ammette Thiago Motta. Una vittoria per il salto di qualità, un pareggio per la sopravvivenza, una sconfitta complicherebbe le prossime partite casalinghe al Ferraris. Spal, meno uno. Il Genoa è pronto per la sfida di Ferrara.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.