Thiago Motta: «Chiudo un ciclo, grazie ai tifosi e ai miei ragazzi»

«A Bologna lascio la mia passione, l'ambizione ma soprattutto lascio un grande rispetto per queste due stagioni»

Thiago Motta Bologna
Mister Thiago Motta (foto di Bologna FC)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La sconfitta all’ultima giornata non intacca lo strabiliante percorso del Bologna che conquista l’accesso alla Champions League. Così mister Thiago Motta, al passo d’addio con la squadra felsinea, pronto ad approdare la Juventus: «Chiudiamo un ciclo bellissimo con emozioni vissute assieme. Non dimentico i tifosi e nessun ragazzo che ho avuto, li ringrazio pubblicamente. I veri protagonisti di questo percorso sono loro».

«A Bologna lascio la mia passione, l’ambizione ma soprattutto lascio un grande rispetto per queste due stagioni. Voglio bene ai miei ragazzi, ho stima per loro: gli auguro il meglio. Loro sanno che sono un padre, un fratello, un amico. Potranno contare su di me in qualsiasi momento, come ho fatto nell’Under 19 al PSG e allo Spezia. Mi sono sempre adattato con rispetto dei ruoli» aggiunge il tecnico del Bologna, al termine della partita del Ferraris, con gli occhi lucidi per l’emozione.

«Mi è piaciuto il modo con cui abbiamo raggiunto il risultato. Tratto i calciatori come vorrei che trattassero un mio figlio giocatore… anche se ho tre figlie femmine, ma cerco di fare in questo modo» conclude mister Thiago Motta, intervistato da Sky.

Genoa Pianetagenoa1893.net Gilardino Gudmundsson Whatsapp

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.