Thiago Motta carica il Genoa: «Aggrediamo il Toro con il nostro palleggio»

«Ho bisogno del gol di tutti, anche dei centrocampisti, non solo dei miei attaccanti» spiega il tecnico paulista

840
Thiago Motta Genoa
Mister Thiago Motta (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Carica Genoa, c’è il Toro. La partita di stasera metterà di fronte due squadre che hanno vissuto più delusioni che gioie nella prima parte di stagione. Quale migliore occasione per mettere a segno lo strappo decisivo a dare colore alla classifica? «Dobbiamo dare il cento per cento per fare una buona partita contro i granata. Siamo pronti a tutto. Ciò che proviamo in allenamento lo rivedo anche in partita: questa è una buona cosa» spiega Thiago Motta in conferenza stampa. Il Grifone non vince una partita dal 26 ottobre scorso contro il Brescia (ultima vittima anche del Torino), di mezzo però c’è stata la sosta che ha annacquato i ricordi degli ultimi tre punti.

Il tecnico paulista non ha formule magiche per battere la squadra di Mazzarri ma un credo ben preciso: «La mentalità da Genoa è aggredire gli avversari con la palla. Ho bisogno del gol di tutti, anche dei centrocampisti, non solo dei miei attaccanti». Mister Motta carica i rossoblù tenendo tutti sul chi-va-là, praticamente impossibile scucirgli anche un solo nome dell’undici titolare prima della riunione tecnica: «Le scelte che faccio sono esclusivamente tecniche. Mi piace lavorare quotidianamente con questo gruppo, sto bene con i ragazzi e loro mi sembrano felici quando vengono (al Signorini, ndr) ad allenarsi».

E a proposito dello stato forma dei singoli, Thiago Motta elenca tre giocatori che domani sono a piena disposizione per giocare finanche dal primo minuto: «Sturaro? Fa parte del collettivo rossoblù. Lasse Schöne sta bene come tutti gli altri della rosa. Di Favilli sono contento fin dal primo giorno che sono tornato al Genoa: è in buona condizione atletica e mentale». L’ex Juventus si gioca il posto da titolare con Pinamonti, apparso involuto contro la Spal dopo un brillante inizio di stagione. In campo chi sta meglio. Carica Genoa, c’è il Toro.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.