(S)visti da lontano – Stagione nuova, Preziosi vecchio

L’era Faggiano, però, così come successo con Lo Monaco, è nata però in eclisse della luna del presidente che evidentemente, dopo qualche giorno di vacanza, ha ritrovato il gusto di fare la squadra in base alle proprie idee

10346
Federico Santini Genoa Preziosi

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Stagione nuova, Preziosi vecchio.

Fonti fidate mi avevano già a fine luglio preannunciato che Preziosi al termine del campionato si sarebbe “dimesso da sé stesso” perché stufo di gestire la società.

L’era Faggiano, però, così come successo con Lo Monaco, è nata però in eclisse della luna di Preziosi che evidentemente, dopo qualche giorno di vacanza, ha ritrovato il gusto di fare la squadra in base alle proprie idee.

Preziosi perde il pelo, ma non il vizio di voler stupire e dimostrare di avere intuito.

Italiano era una scelta sulla stessa riga di Gasperini, Liverani, Juric, Thiago Motta: insomma la voglia di scoprire un talento. Peccato che Preziosi non ci metta più la stessa voglia e gli stessi soldi dei tempi di Gasperini, motivo per cui tutte le scelte successive al tecnico di Grugliasco si sono dimostrate dei fallimenti, aldilà degli errori (anche clamorosi) dei sopra citati Liverani, Juric e Thiago Motta.

Preziosi perde il pelo, ma non il vizio di prendere un allenatore che guadagni poco perché convinto di fare una grande squadra.

D’Aversa e Semplici erano (sarebbero) scelte sulla stessa riga dei vari Mandorlini, Andreazzoli, De Canio, Marino.

Preziosi perde il pelo, ma non il vizio di cacciare chi piace alla piazza.

Era successo con Gasperini (ricordiamo che venne esonerato con buona uscita e biglietto ferroviario per Bergamo), era successo con Ballardini e succede con Nicola.

Preziosi sembra avere rancore nei confronti dei Genoani e quindi chi piace ai Genoani non piace a Preziosi.

Vogliamo però ricordare al Presidente/proprietario che il Genoa arriva da quattro campionati agghiaccianti e che sarebbe ora di ragionare in modo strutturato e non di affidarsi a eventuali colpi di un genio peraltro molo appassito.

Anche in chiave di calciomercato sarebbe bello comprare dei giocatori medi. Si sa mai che restino oltre gennaio.

Stagione nuova, Preziosi vecchio.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.