(S)Visti da lontano – Il momento è grave, serve fare quadrato tra il Genoa e i tifosi

La nuova proprietà 777 Partners finora non ha ancora avuto modo di toccare palla, ma a gennaio dovrà investire pesante sul mercato con calciatori pronti e di qualità

4407
Federico Santini Genoa Preziosi

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ballardini continua a cambiare formazioni, schemi e uomini. Molti tifosi pensano che stia facendo solo confusione e che debba essere esonerato. In realtà, al di là di qualche errore, il vero problema è che Ballardini le sta semplicemente “provando tutte”.

Il problema del Genoa non è l’allenatore, che in passato ha sempre dimostrato di avere le idee molto chiare su uomini e schemi. Il problema è il Genoa ha la rosa più scarsa del campionato e, se non fosse per l’exploit di Cagliari, sarebbe ultimo.

Rispetto all’ultimo Genoa Ballardini, Preziosi ha lasciato andare Radovanovic, Zappacosta, Strootman, Zajc, Scamacca, Eldor, Pjaca, in pratica 5 titolari, ossia ¾ di attacco, senza rimpiazzarli adeguatamente.

Nessuno si sarebbe aspettato di rimpiangere Radovanovic, ma nonostante i suoi limiti tecnici, mancano la sua grinta e la sua disciplina in campo.

Maksimovic era fermo da tempo e infatti si è infortunato quasi subito.

Strootman è stato rimpiazzato da Hernani nell’operazione “Eldor”. Il ragazzo è a oggi non pervenuto. Anche lui si è infortunato dopo alcune prestazioni negative.

Fares, preso comunque il 31 agosto, non è Zappacosta e anche lui si è infortunato.

In attacco Samacca, Eldor e Pjaca non sono stati rimpiazzati.

Caicedo è un doppione di Destro, che peraltro Preziosi avrebbe mandato proprio a La Spezia per Nzola. Molti vorrebbero vederli n campo insieme dall’inizio ma ieri Ballardini ha spiegato che l’ex Lazio ha solo 30 minuti nelle gambe.

Altri comprimari come Ekuban, Kallon, Biraschi, Ghiglione, Sturaro, Bani, non sono calciatori che posso ricoprire il ruolo di titolare in Serie A. Alcuni non giocherebbero titolari nemmeno in B.

Prendiamone atto: questo Genoa rischia di essere la squadra materasso del campionato.

La nuova proprietà americana, 777 Partners, finora non ha ancora avuto modo di toccare palla, ma a gennaio dovrà investire pesante sul mercato con calciatori pronti e di qualità.

Serve fare quadrato tra società, tifoseria, allenatore e squadra, cercando di arrivare a dicembre con almeno 15 punti.

Metteremo l’eventuale retrocessione nel conto di Preziosi.

Ora serve che i Genoani tutti siano ancora più uniti al loro Genoa. Non solo la Nord, ma tutti.

Mai come oggi, Forza Genoa.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.