(S)Visti da Lontano – Il mercato del Genoa si decide in attacco

Il Grifone ha necessità di identificare chi sarà il centravanti in grado di garantire una quindicina di gol nel prossimo campionato

1561
Federico Santini Genoa Preziosi

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

L’estate non è ancora ufficialmente iniziata, ma Preziosi ha già delineato la solita rivoluzione.

Il Genoa finora si è mosso con intelligenza, iniziando le cessioni obbligate e impostando un lavoro di strategia su alcuni nomi da alta Serie A.

Via Perin in cerca della grande occasione. Via Pepito Rossi in cerca di un contratto sufficientemente ricco per garantirsi un “buen retiro” dopo una carriera troppo sfortunata. Via Laxalt in cerca del contratto importante.

Dentro Criscito, Marchetti, a parametro zero. Dentro Piatek promessa di Polonia. Dentro Callegari promessa di Francia e dentro Romero promessa d’Argentina.

Rinnovo per Pandev, simbolo del Ballardini ter.

Se Preziosi riuscisse a materializzare gli innesti di Lisandro Lopez, Sturaro, Mandragora e Bertolacci, avrebbe di fatto già sistemato difesa e centrocampo del Genoa 2018-2019, pur dovendo ancora capire il futuro di Izzo e Veloso.

Il nodo è Lapadula perché il mercato si decide in attacco. Il Genoa ha necessità di identificare chi sarà il centravanti in grado di garantire una quindicina di gol nel prossimo campionato. Medeiros e Pandev sono bravissimi ma non sono dei goleador. Galabinov sembra in partenza perché chiuso dall’arrivo del polacco, cui però non si può delegare il peso di tutto l’attacco rossoblù.

Preziosi sa che le sorti di una squadra passano dalla qualità delle giocate del centravanti.

E infatti ha sempre puntato su calciatori di sicuro affidamento sotto porta: da Stellone, a Milito, da Di Vaio a Borriello, da Crespo a Gilardino, da Niang a Pavoletti. In alcuni casi le aspettative sono state pesantemente disattese: Grabbi, Floccari, Toni, Suazo, Acquafresca hanno sicuramente deluso sotto la Lanterna.

Preziosi rinnoverà la fiducia a Lapadula o sta solo aspettando il momento giusto per scaricarlo? E chi, nel caso, arriverebbe al suo posto?

Il nome del centravanti del prossimo Genoa dirà molto sul tipo di campionato che attenderà il Popolo Rossoblù, che senza dubbio sogna di vedere un grande Bomber sotto la Nord.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.