(S)Visti da lontano – Il Genoa deve tornare alla vittoria al Ferraris per proseguire il cammino salvezza

La gara contro la Fiorentina sarà importantissima, così come quelle contro Benevento e Spezia, sempre in casa, per conquistare punti ed evitare brutte sorprese

2779
Federico Santini Genoa Preziosi

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa riesce a vincere a Parma ed è una vittoria dirimente per le sorti del Grifone in un fine settimana che si è dimostrato complessivamente molto favorevole. Il Club più antico d’Italia è riuscito a guadagnare punti sulle ultime quattro e ora il vantaggio sul Cagliari terz’ultimo è di 9 lunghezze.

La vittoria di venerdì è pesantissima anche perché il Vecchio Balordo è riuscito a superare il Parma nella classifica avulsa: a parità di risultati negli scontri diretti, infatti, la differenza reti sorride al Grifone (-10 contro i -28 dei Ducali).

Il Genoa ora sa che con 3 vittorie nelle 10 rimanenti partite arriverebbe a 40, la fatidica quota salvezza.

Il Grifone può affrontare con serenità e convinzione la sosta, ma è necessario evitare cali di tensione, come ad esempio avvenuto due anni fa nell’anno di Prandelli. I rossoblù arrivarono all’ultima sosta per le nazionali dopo aver battuto brillantemente la Juve (2-0 Kouamè-Pandev) e raggiungendo i 33 punti in classifica. Peccato che nelle ultime 10 partite il Grifone cadde in uno psico-dramma collettivo e la salvezza arrivò solo grazie a 5 pareggi tra qui quello drammatico di Firenze.

Proprio come ben dimostrò l’Empoli due anni fa (con 9 punti nelle ultime 4 giornate) e il Benevento corsaro ieri a Torino, il calendario riserva sempre un sacco di sorprese negative e diverse squadre riescono a pescare dei jolly insperati sulla carta.

Il Grifone avrà cinque trasferte di cui 3 abbastanza proibitive: Juve, Milan, Lazio, Bologna e Cagliari. Soprattutto le prime saranno contro squadre in cerca di punti scudetto-champions. Il Genoa deve lavorare per rendere l’ultima trasferta in terra di Sardegna perfettamente inutile per le proprie sorti.

In casa il calendario recita Fiorentina, Benevento, Spezia, Sassuolo e Atalanta. E’ da questo mazzo di partite, soprattutto le prime tre che saranno al Ferraris, che il Grifone dovrà tirar fuori le 3 vittorie salvezza.

Il Grifone infatti non può pensare di affrontare queste squadre puntando a un pareggio all’insegna del meglio due feriti che un morto.

Il Genoa ha la necessità di tornare alla vittoria tra le mura amiche già contro la Fiorentina degli ex Prandelli e Kouamè. Brucia ancora la beffa del pareggio al 98′ subita all’andata. Un motivo in più per “vendicarsi”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.