Superclasico al Boca Juniors, vittoria ai rigori: Tevez eguaglia Riquelme

Il River Plate ha voluto giocare la partita senza quindici uomini contagiati dal Covid

644
Tevez Boca Juniors
Carlos Tevez in gol nel Superclasico (foto Twitter di Boca Juniors)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Boca Juniors elimina il River Plate ai calci di rigore e raggiunge le semifinali della Copa de la Liga Profesional. Xeneizes più precisi dal dischetto, decisive altresì due parate di Augustìn Rossi. Nei tempi regolamentari è stato Carlos Tevez ad aprire le marcature suscitando già dopo dieci minuti le polemiche della panchina del River: l’Apache si divincola dalla marcatura di Maidana in maniera vistosamente ruvida prima di colpire con molta fortuna la palla con la spalla e battere Diaz. Il pareggio dei Millonarios porta, invece, la firma di Julián Alvarez, classe 2000, di testa al 68′.

É stato un Superclasico con sette ammoniti, come al solito pregnante di contrasti e tanta intensità. Alla fine l’ha vinto con merito il Boca Juniors che in semifinale affronterà il Racing di Avellaneda. Il tecnico Gallardo, detto Napoleón poiché la sua gestione spicca per strategia, può comunque ritenersi soddisfatto del River Plate, alla Bombonera senza quindici calciatori contagiati dal Covid-19 (è stato lo stesso club di Nuñez a chiedere di giocare nonostante le plurime defezioni) ma con cinque ragazzini provenienti dalle inferiores.

Serata speciale per Carlos Tevez che segna il quarto gol nel Superclasico ed eguaglia il bottino del leggendario Roman Riquelme, attualmente uno dei tre vicepresidenti del Boca Juniors.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.