Sticchi Damiani: «Lecce in B? No, manca lo scontro diretto con il Genoa»

«Stipendi? Prematura parlarne. Il mio club non ha debiti» spiega il presidente del Lecce

2902
Sticchi Damiani Lecce
Saverio Sticchi Damiani, presidente del Lecce

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Intervenuto durante la trasmissione di Sportitalia Saverio Sticchi Damiani, presidente del Lecce, è stato categorico: «Il mio club non può andare in Serie B. Ci manca lo scontro diretto con il Genoa al Ferraris e nel girone di ritorno avevamo il rendimento da metà classifica».

«Stipendi? È prematuro parlare con i calciatori ma sono orgoglioso di dire che il Lecce è un club solido senza avere un solo euro di debito con fornitori e banche» chiosa il patron della squadra salentina.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.