Statistiche serie A, tiri in porta: il Genoa è ultimo

Secondo le statistiche di Lega, i rossoblù sono il fanalino di coda con un totale di 54 tentativi fra i quali, 24 sono indirizzati nello specchio della porta e 17 fuori. Male anche nei cross, dove sono penultimi

867
Scamacca Genoa derby
Scamacca al tiro nel derby 1° novembre 2020 (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Pausa per gli impegni della Nazionale, pausa di recupero delle energie per i giocatori non convocati, pausa di riflessione per il Genoa. La sosta di novembre ci consente di verificare cosa ha prodotto il Grifone, nelle prime sette gare stagionali. Analizzando i dati aggregati dalla Lega, fra i tanti emerge un dato preoccupante: quello dei tiri.

La Lega, a proposito di tiri, specifica che il criterio di rilevazione considera le conclusioni indirizzate verso la porta avversaria, che può essere “dentro” o “fuori” lo specchio della porta stessa oppure colpire il palo; di questa speciale classifica, il Genoa risulta essere il fanalino di coda, con un totale di 54 tiri (fra i quali, 24 sono indirizzati nello specchio della porta e 17 fuori). Per avere un metro di paragone, in vetta alla graduatoria si trova la Roma con 109 tiri (53 in porta, 30 fuori), seguita dal Sassuolo ad una lunghezza, poi Atalanta, Inter, Milan e Napoli, tutte sopra la linea dei 100 tiri. La Juventus, dominatrice assoluta sino ad oggi di quasi un decennio calcistico, si trova a metà classifica con 73 tiri, al pari di Fiorentina, Lazio e Spezia.

Se la Atene dei tiri piange, di certo la Sparta di tutto il resto non ride. Ad esempio nei cross, ovvero i palloni indirizzati verso l’area di rigore dalle zone laterali del campo (Lega dixit), dove il Grifone si trova al penultimo posto con 21 utili e 35 sbagliati. La Juventus, stranamente, è sotto di due punti: 19 utili e 16 sbagliati. In testa veleggia l’Inter – con 59 e 57 – seguita dal Milan per quanto riguarda le squadre over 40 cross.
Genoa, Benevento, Torino e Juventus, poi, sono a braccetto nella classifica assist, ovvero ogni passaggio volontario che mette il compagno nelle condizioni di avere una occasione da gol. Dodicesimo posto (davanti a quattro squadre che hanno fatto peggio) con 7 assist, ben lontane dall’Atalanta e dall’Inter con 15 la prima e 13 la seconda.
I rossoblù, però, si fanno rispettare in quanto a parate: 31 che valgono il terzo posto dietro a Cagliari (36) e Hellas Verona (32). Fanalino di Coda l’Udinese (7) seguita dalla Juventus (12) e poi tutto il gruppo.
C’è molto da meditare e parecchio da lavorare sia da parte del tecnico, Rolando Maran, che da parte del gruppo squadra. Due settimane di sosta che i tifosi, prima degli uomini a libro paga del Grifone, auspicano possano dare la svolta.

Alfonso Magno

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.