Spinelli: «La lezione è servita, penso che nessun giocatore partirà a gennaio»

L'ex patron rossoblù ai microfoni di Telenord: «L’anno scorso ci siamo privati di Piatek e la squadra ha sofferto fino all’ultimo»

2228
Aldo Spinelli (Foto da Telenord)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Tutti gli anni il Genoa trova dei grandissimi giocatori, il problema purtroppo è che le sirene delle grandi squadre ce li portano via». L’ex presidente rossoblù Aldo Spinelli è però fiducioso ai microfoni di Telenord: «Credo, però, che quest’anno non partirà nessuno a gennaio perché la lezione forse un pochino è servita». Spinelli condivide l’opinione dei tifosi: «L’anno scorso ci siamo privati di Piatek e la squadra ha sofferto fino all’ultimo. Io credo che quest’anno i genoani si augurino che questi errori non vengano ripetuti». L’imprenditore conclude su una possibile previsione per il campionato: «Il Genoa può arrivare nei primi sette/otto posti. Sicuramente con il gioco che ha espresso e con l’allenatore che ha espresso calcio è importante. Io credo che l’allenatore è il 60% della squadra».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.