Spezia-Genoa, le pagelle: riecco Pandev e Behrami, Criscito glaciale

Tre punti pesantissimi per il Grifone, di nuovo vincente dopo dodici turni

5885
Criscito Spezia-Genoa
Il rigore di Criscito contro lo Spezia (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Pubblichiamo di seguito le pagelle di Pianetagenoa1893.net di Spezia-Genoa, gara terminata con il punteggio di 1-2. Il Grifone torna alla vittoria dopo dodici partite grazie alla reazione emotiva dei senatori dello spogliatoio: Pandev, Behrami, Destro e Criscito.

Genoa 7 – Gara tatticamente senza sbavature: squadra solida in fase di non possesso e pericolosa in contropiede

Perin 6 – Nessun intervento pericoloso nell’arco della partita, serata tutto sommato serena

Masiello 7 – Indomito, l’ultimo della retroguardia a mollare la presa

Radovanovic 6 – Parte male, si perde Nzola, cresce nella ripresa: comunque non facile giocare contro un tridente così veloce, abile a puntare l’uomo

Criscito 7 – L’uomo delle grandi occasioni: ennesimo rigore pesante come un macigno scagliato in rete

Ghiglione 6 – Assente in fase offensiva, attento in appoggio (63′ Zappacosta 6 – Con lui il Genoa guadagna propulsione nella metà campo avversaria)

Behrami 7 – Dato per disperso, lo svizzero ricorda a tutti chi è e cosa sa fare. Interdisce e ottiene il rigore della vittoria (75′ Rovella sv)

Badelj 6 – Se con Maran non giocava un motivo c’era e forse quel motivo è l’assenza di forma. Stasera tiene il campo senza sussulti

Lerager 6 – Gara dispendiosa su Maggiore, mezz’ala sgusciante dello Spezia (63′ Zajc 6 – Un tackle duro e due buoni palloni recuperati: ancora da decrittare la posizione in campo nel 3-5-2)

Czyborra 6 – Deve crescere tatticamente ma può farlo solo giocando

Pandev 8 – Deve sentirsi coinvolto e partecipe, non un ramo secco da potare: partita totale (75′ Scamacca 5 – Divora il 3-1 che avrebbe chiuso anzitempo la gara. Deve capire che al 90′ i palloni si recuperano con fatica…)

Destro 7 – Freddo al momento giusto, scatena la reazione del Genoa dopo lo svantaggio. Poi va in riserva (85′ Pjaca sv)

Allenatore Ballardini 7 – Bentornato! Imbattuto al debutto, domina una partita dai contorni “ballardiani”. «Fatica e impegno»: lo aveva detto. Uomo di parola

Spezia 5 – Provedel 5; Vignali 4, Erlic 5, Chabot 5 (46′ Terzi 4), Marchizza 5; Maggiore 5 (75′ Bartolomei 6), Ricci 5 (84′ Piccoli sv), Estevez 5 (75′ Pobega sv); Gyasi 6, Nzola 6, Farias 5 (60′ Mastinu 5) – Allenatore Italiano 5

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.