Spalletti: «Scamacca è più istintivo ed estroso sulle giocate, mentre Retegui è più lineare»

Il ct azzurro a Sky Sport alla vigilia del match decisivo con la Croazia: «Quando gli dai la palla da sfruttare, è difficile che la manchi»

Retegui Nazionale Italia
Mateo Retegui in campo con l'Italia (foto @NicoMorassutti)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Scamacca è un giocatore più estroso, ti puoi aspettare qualsiasi numero da lui, compreso l’errore che non ti aspetti su una palla di facile gestione». Ai microfoni di Sky Sport, il ct azzurro Luciano Spalletti, ha spiegato le caratteristiche dei due attaccanti alla vigilia del match qualificazione con la Croazia per gli ottavi di Euro 202. «Gianluca è più istintivo ed estroso sulle giocate – ha aggiunto – mentre Retegui è più lineare. Quando gli dai la palla da sfruttare, è difficile che la manchi. Sono due calciatori forti, senza dimenticare Raspadori che è bravissimo a legare con la squadra ed è molto forte tecnicamente».

Spalletti Nazionale Italia
Il ct Spalletti in conferenza stampa (foto di figc.it)

Spalletti ha accennato anche alla Croazia: «Me l’aspetto col 4-3-3. I croati saranno costretti a sbilanciarsi come nella gara contro l’Albania, dove hanno attaccato all’arma bianca. Parliamo di una squadra fortissima dal punto di vista tecnico e nella ricerca degli spazi in campo».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.