Soumaoro alla prova Immobile, grande duello al Ferraris

Il difensore del Genoa dovrà fermare l'attaccante da ventisei gol in ventiquattro partite

1656
Soumaoro Genoa
Adama Soumaoro (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ci vorrà il miglior Soumaoro per disinnescare Ciro Immobile. Ci vorrà il miglior Genoa per intralciare il percorso netto della Lazio (composto da diciannove risultati utili consecutivi) intrapreso proprio contro il Grifone, a fine settembre. Il difensore franco maliano è atteso da una prova difficile ma stimolante: fermare il capocannoniere della Serie A e l’attaccante che al momento guida la speciale classifica continentale della Scarpa d’Oro davanti a un fuoriclasse assoluto come Lewandowski. Ventiquattro partite bagnate da ventisei gol, sei in più di Cristiano Ronaldo, uno in meno di tutto il Genoa. Spietato contro le piccole, più tenero contro le grandi del torneo.

Ma opposto a Immobile si ergerà Adam Soumaoro, praticamente perfetto sia contro il Cagliari che contro il Bologna. Al Ferraris come in trasferta. Un impatto talmente fragoroso che ha garantito al difensore rossoblù la maglia da titolare dopo nemmeno due settimane dal suo arrivo. Esuberante fisicamente nei duelli aerei, sempre preparato nelle azioni salienti e “stoccatore” al Dall’Ara, in anticipo su Danilo come un vero centravanti. Soumaoro ha le caratteristiche giuste per lo stile di gioco richiesto da mister Nicola, basato necessariamente sulla restaurazione della fase difensiva che fino a Natale era il punto debole del Genoa.

Ora il Grifone si rispecchia fiducioso nella nuova organizzazione tattica che vede Soumaoro, ex capitano del Lille che da settimane era ai ferri corti con la dirigenza francese, un autentico architrave. In partita spicca la sua rocciosità e anche quel volto torvo e minaccioso che, lombrosianamente parlando, aiuta a costruire l’adeguata aura di rispetto nei suoi confronti. Il duello con Immobile promette spettacolo perché contrapporrà due stili opposti: la potenza dello stopper contro il dinamismo del centravanti della Lazio. Due giocatori in piena fiducia, irrinunciabili per Davide Nicola e Simone Inzaghi. Ci vorrà il miglior Soumaoro per disinnescare Ciro Immobile.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.