Sono due i precedenti in A tra Genoa e Crotone

Un pareggio e una vittoria del Grifone (1-0 nell'aprile 2018) il bilancio nella massima serie

1528
Il gol di Bessa al Crotone (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Nella prima giornata di campionato il Genoa domenica affronterà il Crotone al Ferraris. La partita non si può certo definire una classica dato che nella massima serie sono solo due i precedenti (una vittoria del Genoa e un pareggio). Il bilancio totale dei 6 match di campionato disputati tra le due squadre a Genova (4 in B) è di 3 vittorie del Grifone e 3 pareggi con 8 reti a 4 per i rossoblù genovesi.

Il precedente più recente risale al 14 aprile 2018 (32a giornata) quando il Genoa guidato allora da Ballardini sconfisse i calabresi di Walter Zenga (poi retrocessi a fine anno) per 1-0 grazie ad una rete di Bessa al 27′ abile di testa su un preciso cross di Medeiros (CLICCA QUI PER VEDERE LE IMMAGINI).

L’altra sfida in A risale al 22 gennaio 2017 (21a giornata). Il Genoa di Juric è reduce da quattro sconfitte consecutive e cerca contro i calabresi dell’ex giocatore e futuro tecnico Davide Nicola il successo per allontanarsi in maniera definitiva dalle zone calde della classifica. Nel primo tempo ci pensa Simeone al 42’ a sbloccare il risultato. La partita sembra in discesa invece il Crotone al primo affondo trova il pari al 54’ con Ceccherini. Il neo entrato Pandev dà la scossa e al 66’ si conquista un rigore che Ocampos trasforma. Simeone fallisce clamorosamente il 3-1 e il centrale difensivo corallino Ferrari approfitta della dormita generale della retroguardia per siglare il 2-2 al 74’. Senza costrutto saranno gli inutili assalti finali alla porta di Cordaz.

La prima sfida ufficiale a Genova è datata 27 maggio 2001, partita valevole per la 36a giornata di serie B. Il Crotone di Papadopulo veleggia tranquillo a metà classifica mentre il Genoa di Scoglio cerca ancora punti per allontanarsi dalla zona pericolosa che, dopo una serie di 4 pareggi che fanno seguito a 3 vittorie, dista 6 lunghezze. Il Professore, subentrato a Bolchi alla 22a giornata in piena zona retrocessione, vuole battere i calabresi per chiudere definitivamente il discorso salvezza. Il Grifone domina l’incontro e vince 2-0 con gol di Francioso al 5’ e Carparelli al 65’. A fine campionato finirà al 12° posto a 47 punti (a +11 sulla retrocessione) mentre il Crotone chiuderà 9° a quota 53.

Passano pochi mesi e il 2 dicembre dello stesso anno le due squadre si ritrovano nuovamente al Ferraris. Il Genoa è a caccia di punti per avvicinarsi al quarto posto distante sei lunghezze mentre il Crotone, allenato da Cuoghi, è all’ultimo posto della classifica. Il Genoa ci prova ma al 78’ sono i calabresi a passare con Geraldi rapido nel riprendere una respinta corta di Lorieri su tiro di Artistico. Ezio Brevi all’84’ in mischia scaturita da calcio d’angolo ristabilisce la parità. Gli assalti finali risultano vani e a dicembre il sogno della A è già infranto. Scoglio a Natale si dimetterà e la squadra affidata prima a Reja e poi ad Onofri dopo due sconfitte casalinghe con Ternana e Ancona conquisterà una stentata salvezza con 47 punti con sole due lunghezze di vantaggio sulla quartultima. Il Crotone, invece, terminerà all’ultimo posto con 25 punti.

La terza sfida è andata in scena il 5 dicembre 2004 per la 16a giornata. Il Genoa di Cosmi è al secondo posto ed è reduce dalla bella vittoria di Terni mentre il Crotone del debuttante Gasperini è invischiato nella zona retrocessione. Ci pensa Giovanni Tedesco al 77’ a segnare il gol decisivo (1-0) per la vittoria che varrà anche il sorpasso all’Empoli sconfitto a Vicenza. Il Genoa non mollerà più la testa della classifica ma dovrà rinunciare alla promozione per le note vicende giudiziarie; il Crotone alla fine riuscirà ad ottenere la salvezza.

Il quarto confronto è datato 4 novembre 2006 e si gioca per la 10a giornata di campionato. Il Genoa di Gasperini è in vetta alla classifica e ha l’occasione, contro i corallini al quartultimo posto, di allungare sulle inseguitrici Rimini, Juventus, Piacenza, Bologna, Napoli e Cesena. A sorpresa sono gli uomini di Gustinetti a passare per primi con Borghetti al 35’. Al 53’ Adalilton, su rigore concesso per un fallo di mano di un difensore, sigla il pareggio. Il Genoa prende due traverse ma il pareggio non si sblocca. A fine campionato il Genoa conquisterà la promozione in A dopo 12 anni di sofferenze mentre il Crotone, penultimo, farà ritorno in C1.

Infine, da ricordare l’unico confronto in coppa Italia datato 30 novembre 2017 con vittoria del Genoa per 1-0 (rete vincente di Migliore al 54’) e conseguente superamente del quarto turno eliminatorio.

Francesco Patrone
RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO CONSENTITA SOLO PER ESTRATTO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.PIANETAGENOA1893.NET

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.