Sabatini: “Vittoria fondamentale per riacquistare fiducia”

Il tecnico della Primavera rossoblù: "Un bel balzo in avanti. Abbiamo accorciato su tante squadre in avanti"

933
Carlo Sabatini (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

È il Genoa ad avere la meglio nella sfida di Primavera 1 allo Stadio Raccis di Mandas contro il Cagliari. 3 punti fondamentali per la lotta salvezza, conquistati grazie alle reti di Bianchi al 1º minuto e di Szabo 23º della ripresa. Con il successo in terra sarda i grifoncini non solo accorciano le distanze dal blocco di metà classifica, ma agguantano la Sampdoria al dodicesimo posto tenendo una lunghezza dal Chievo in zona play-out. Al termine della sfida, i microfoni di Pianetagenoa1893.net hanno raggiunto il tecnico rossoblù, Carlo Sabatini, chiaramente soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi. Ecco le sue sue dichiarazioni:

 

Una vittoria importante, arrivata contro una squadra reduce da una lunga serie di risultati utili consecutivi

 

“Alla luce dei risultati, questa vittoria è stata fondamentale, perchè se avessimo perso oggi, saremmo tornati nuovamente in fondo. Importante dare continuità ai risultati, poichè così facendo la squadra acquista fiducia e consapevolezza nei propri mezzi, per non parlare poi della classifica: un bel balzo in avanti. Abbiamo accorciato su tante squadre in avanti, compreso il Cagliari”.

 

Con oggi arriva anche la seconda vittoria di fila. 6 punti che allontanano dalla zona play out e permettono di iniziare l’anno nel migliore dei modi

 

“Era quello che non c’era mai riuscito: dare continuità alle poche vittorie che avevamo fatto prima. In precedenza non eravamo mai riusciti a dare continuità. Lo sappiamo dall’anno scorso, questo è un campionato in cui se si riesce a fare un filotto, la classifica cambia completamente. Dovremo essere bravi ad essere positivi e vincere anche la prossima”.

 

La prossima sarà contro il Sassuolo, poi l’inizio del girone di ritorno con l’Atalanta. Adesso che avete preso le misure delle rivali, possiamo aspettarci una seconda parte di campionato più soddisfacente?

 

“Ci dobbiamo assolutamente credere. Dobbiamo pensare giornata dopo giornata e impegnarci a vincere la prossima. Tra l’altro il Sassuolo ci precede di un punto e batterlo vorrebbe dire mettere sotto un’altra squadra. Chiudere con tre vittorie di fila e con una classifica con non tanti punti in meno rispetto all’anno scorso sarebbe già un risultato notevole. Poi penseremo al girone di ritorno. Di sicuro vogliamo far meglio. Siamo coscienti, io per primo, di non aver fatto bene nella prima parte di campionato. E’ sotto gli occhi di tutti. Non tanto sotto l’aspetto dei risultati, perchè, tranne in rari casi, non abbiamo mai preso delle batoste. Ci sono state sempre partite combattute. E’ ora di crescere. Sia sul piano delle prestazioni, sia sul piano dei risultati e questo stiamo facendo, ma ripeto: rimaniamo con un profilo basso e molto umili. Questa è la strada per tirarci fuori da questa situazione”.

 

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.