Romero: “Un punto meritato. Avete visto che Sanabria?”

Il difensore del Genoa: "Sapevamo già in settimana che sarebbe stata una gara difficile. Un punto importante, anche se credo dobbiamo migliorare sempre di più"

1684
Romero
Romero contro Sensi (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il primo a scendere in zona mista negli spogliatoi di Marassi è Romero; il giovane argentino anche questa volta ha dato vita ad una prestazione più che sufficiente.
Romero affronta subito l’argomento-partita: “Io credo che abbiamo fatto una buona partita -dice il difensore- anche perché abbiamo affrontato una squadra molto forte, che fa girare la palla molto bene. Sapevamo già in settimana che sarebbe stata una gara difficile. Un punto importante, anche se credo dobbiamo migliorare sempre di più”.
– Come ti trovi nella difesa “a quattro”…
“Direi che mi sono trovato e mi trovo molto bene, anche perchè in Argentina ho sempre giocato con questo sistema difensivo, quindi nessun problema”.
– Oggi erano in campo due giocatori nuovi, oltre a Sanabria che aveva debuttato ad Empoli…
“Si, e sia Radovanovic che Lerager li ho visti molto bene. Erano alla prima gara assoluta; inoltre, giocando in un reparto difficile come il centrocampo, direi molto bene! Sono ragazzi di grande esperienza, e questo può farci solo bene. Ci daranno con il tempo parecchia sicurezza. Di Sanabria parla il campo: una gara quasi intera oggi, e dieci minuti ad Empoli e già due gol. Cosa si può volere di più?”.
– Sul gol subito c’è stato qualche malinteso in difesa…
“Non so cosa sia accaduto esattamente, ma dobbiamo imparare a difendere più da vicino”.
– Cosa è mancato oggi al Genoa per portare a casa i tre punti?
“La gara come ho detto era difficile; certo dobbiamo cercare di imporre di più il nostro gioco, specie quando giochiamo davanti ai nostri tifosi. A Marassi dobbiamo provare sempre a vincere!”.
– A Bologna non ci sarai…
“Si, sono in squalifica purtroppo! Certo sarò con i miei compagni allo stadio ad incitarli, e sono certo che faremo una buona partita contro il Bologna.”
– Comunque il tuo avversario diretto non riesce mai a segnare…
“Io sono molto concentrato quando entro in campo, e mi fa piacere che sino ad oggi il mio avversario diretto non sia mai riuscito ad andare in gol. In cosa devo migliorare? Forse nella corsa, e nel essere più disciplinato quando affronto l’avversario. Ma sono felice già così, per ciò che  sto facendo per il Genoa.”
– Come ha vissuto questo mese di mercato, con il tuo nome sempre in primo piano…
“Sinceramente, ero tranquillo, leggevo poco. Adesso il mercato è finito, ed il mio pensiero è soltanto fare bene con il  Genoa. Tutto il resto non conta. Io sono affezionato a questa squadra, ai tifosi che mi stanno dando tanto. Poi per il futuro vedremo…”.
Franco Ricciardi

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.