Romero e Lasagna, uno stacco di testa da dinamite nelle gambe

Il genoano sfonda i due metri mentre l'attaccante friulano tocca i 2,44 m

742
Romero
Lo stacco di Romero (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

E’ stata la gara dei colpitori di testa. Prima Lasagna, poi Romero. Botta e risposta in meno di due minuti. Gli interpreti hanno incantato con due gesti atletici e tecnici di grande spessore. Stacco da fermo e frustata alla palla spiovente in area di rigore. Eleganza e potenza coniugate in pochi secondi.

Sky ha calcolato le altezze raggiunte al momento dell’impatto: Romero ha saltato fino a 2,05 m. A impressionare, invece, è stato Lasagna: l’attaccante dell’Udinese ha raggiunto i 2,44 m, l’Everest per un ragazzo alto un metro e ottanta. I due hanno dimostrato di possedere la dinamite nelle gambe, proprio come Tamberi o Barshim dell’atletica leggera. L’esplosività muscolare al centro di Genoa-Udinese.

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.