Romano: «Inizia un campionato senz’anima»

«Ero amato dalle donne genoane? Sì, ma ero odiato dagli uomini rossoblù» scherza l'ex difensore

869
Romano
Vincenzo Romano (da wikipedia)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Intervenuto durante la trasmissione “We Are Genoa” l’ex rossoblù Vincenzo Romano è tornato sul suo periodo al Genoa: «Il calcio di oggi non mi appartiene più di tanto anche se faccio il talent scout. Mister Simoni creò una famiglia, eravamo un gruppo di ragazzi puliti e sani: quel periodo ce lo portiamo ancora dentro, come il ricordo per o sciô Rénso Fossati, un altro papà».

«Ero amato dalle donne genoane? Sì, ma ero odiato dagli uomini rossoblù. Credo che il loro amore nasceva dal fatto che fossi un calciatore» scherza l’ex difensore soprannominato “Tarzan”.

«La retrocessione del 1984? Fu un annata strana. Dalla prossima settimana inizierà un calcio senza anima e un nuovo campionato. Senza pubblico prevarrà la fame, la concentrazione. Il Genoa è una buona squadra, è solo un caso che sia così in basso in classifica» spiega Romano.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.