Roma-Genoa, la curva sud verso la contestazione

"Siamo stanchi di proclam di vittorie e promesse mai mantenure. La Roma è diventata una squadra di passaggio" scrive la curva sud

317
Roma-Genoa
Tifosi Roma (Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La curva sud, cuore del tifo romanista, resterà passiva nei primi dieci minuti di Roma-Genoa. Niente cori, striscioni e bandiere per contestare pacificamente la squadra e la società. In un comunicato stampa diffuso dall’Ansa i tifosi della Lupa hanno specificato come «non chiediamo vittorie ma chiarezza e rispetto. Siamo stanchi, non riusciamo più a tollerare questa situazione dopo anni di menzogne, proclami di vittorie a destra e manca, promesse mai mantenute. Una sfilza di menzogne che ha trasmesso negatività anche all’ambiente tecnico, allenatore e giocatori che hanno preso l’AS Roma come una squadra di passaggio e non come un punto d’arrivo. Visto il perdurare di tutto ciò, abbiamo preso la decisione di non tifare e non esporre striscioni nei primi 10′ di Roma-Genoa».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.