Reset Genoa: ora sete di punti e secondi tempi migliori

I rossoblù hanno perso punti nelle riprese con Cagliari, Bologna e Milan

1427
Schone Genoa Schöne
Schöne esulta con la squadra dopo il gol (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Parma-Genoa si preannuncia una sfida non così dissimile dalla gara di ritorno dell’anno scorso. Una partita bloccata, quella del Tardini, con pochi tiri e occasioni da rete, risolta da una palla sbucata per caso da una mischia fantozziana. Una sconfitta certamente immeritata che fece arrabbiare parecchio il mite Prandelli fino a prendersela con la cattiva sorte e un calcio d’angolo regalato al Parma. Roba da Genoa, insomma, la consueta materializzazione dell’assurdo che da ora in poi deve fungere da monito per non sbagliare più. Le partite equilibrate fino alla noia non sono mai da perdere.

Se ne sarà reso conto anche Andreazzoli che in un mese ha visto crollare parte del proprio castello faticosamente costruito in estate. Quattro sconfitte nelle ultime cinque, solo un pallido 0-0 con il Bologna a scongiurare un pokerissimo che sarebbe stato imbarazzate. Il Genoa deve ripartire con i risultati ritrovando serenità e fiducia. In questo momento la ricerca del bel calcio può essere deposta per fare largo a una più pragmatica sete di punti: il vero campionato inizia adesso. E il calendario rossoblù prevede tre scontri alla pari nelle prossime quattro partite: dopo il Parma il Grifo ospiterà Brescia e Udinese al Ferraris, inframezzate dalla trasferta all’Allianz Stadium contro la Juventus.

Il Genoa è chiamato a migliorare la qualità dei propri secondi tempi se vuole tornare a fare punti. Pessimi i secondi quarantacinque minuti di Cagliari, deficitaria la ripresa con il Bologna dove solo la traversa colpita da Sansone ha fatto la differenza, negativo l’approccio dopo l’intervallo con il Milan. Il Parma non farà regali, il Grifone da questo punto di vista ha za dæto anticipando di tre mesi il Natale dei rossoneri. Una squadra tosta e leggera mentalmente che ha resettato ogni negatività accumulata tra settembre e ottobre. E’ ciò che si attendono i tifosi rossoblù da Parma-Genoa.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.