Report: «Il Genoa di Enrico Preziosi e il conflitto di interesse con il figlio procuratore»

Se ne parlerà lunedì nella prossima puntata della trasmissione di Rai 3 dedicata agli intrecci tra gli agenti di calciatori e i club calcistici - AGGIORNAMENTO con la smentita di Preziosi

15555
Preziosi Genoa
Enrico Preziosi, presidente del Genoa

Nella prossima puntata di lunedì alle 21.20 su Rai 3, Report racconterà gli intrecci tra gli agenti di calciatori e i club calcistici. «L’azienda Calcio sembra un autocarro bucato – si legge nelle anticipazioni rese note dai giornalisti della trasmissione – che negli ultimi cinque anni ha perso circa 1,6 miliardi di euro. A limitare i danni per le società sono le famose plusvalenze dei giocatori, cioè il calciomercato: a oggi rappresentano circa 800 milioni, un quinto del fatturato di tutte le squadre di Serie A. Un ruolo fondamentale lo ricoprono i procuratori, che garantiscono ai club di sistemare i bilanci con le compravendite dei giocatori».
Report ha anche acceso i riflettori sulla società rossoblù: «Uno dei club più attivi in questo senso è il Genoa. Report è venuto in possesso di evidenze che svelano un enorme conflitto di interessi tra il presidente rossoblu, Enrico Preziosi, e il figlio Matteo, socio di una società svizzera legata a doppio filo al Grifone». Si parlerà anche dell’operazione Rovella con la Juventus.
Aggiornamento del 7 giugno 2021: durante la trasmissione “Report” è stata letta una precisazione di Enrico Preziosi, in cui afferma che non c’è conflitto d’interessi, poiché il Genoa non ha acquisito giocatori tramite la società di suo figlio Matteo. 
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.