Radu: «Il tiro di Sala l’ho parato alla cieca. Lavoro sulla concentrazione»

«La parata più difficile resta quella su Elmas a Napoli» spiega il portiere

454
Radu Genoa
Radu in estensione (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Andrei Radu è stato uno dei migliori in campo di Spal-Genoa. «Il mister ci dice di avere coraggio e giocare la palla per creare gli spazi. Una squadra vera gioca da dietro e noi ci stiamo provando. Il rigore di Petagna? L’ho studiato e sapevo che l’avrebbe tirato alla mia sinistra, potevo fare di più» spiega a Sky.

Poi il portiere del Genoa spiega i suoi grandi interventi di stasera: «La parata sul tiro di Sala l’ho fatta alla cieca, ho visto il tiro solo all’ultimo momento. Quella su Reca mi è andata bene, volevo uscire sul cross ma probabilmente la luce dei riflettori mi ha bloccato. La parata più difficile resta quella su Elmas a Napoli, anche per il peso della partita».

«Punti forti e deboli? Penso solo a giocare e guadagnare esperienza, so che tra i pali mi sento bene. Voglio migliorare a livello psicologico: restare concentrato dopo aver fatto una grande gara è la cosa più difficile di questo mestiere. Sono contento di quanto sto facendo al Genoa» conclude Radu.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.