GazSport, Radovanovic: «Ho vissuto la guerra, ora nulla mi fa più paura»

«Mio papà è stato un calciatore: mi allenava lui, se miglioravo mi regalava delle scarpe nuove» spiega il serbo

481
Radovanovic
Radovanovic e Pjanic (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ivan Radovanovic ha conosciuto il dolore, per dirla alla Vecchioni. «Domenica ricorrevano i vent’anni dallo scoppio della guerra del Kosovo. A Belgrado i raid colpivano di notte, scappavamo in cantina non appena iniziavano a suonare le sirene» racconta il serbo a La Gazzetta dello Sport.

Una nuova pagina professionale al Genoa: «Ci sono giovani interessanti e di personalità. Assieme a Zukanovic, Veloso, Criscito e Pandev cerchiamo di farli crescere con equilbrio».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.