QUI PEGLI: Thiago Motta prepara la sfida contro il Brescia a carte coperte

Il nuovo tecnico del Genoa non scopre le proprie carte: non importa quale modulo utilizzerà, basta che raccolga punti punti salvezza contro una diretta concorrente

2268
Allenamento a Pegli con il tecnico Thiago Motta (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La preparazione del Genoa per la gara di dopodomani contro il Brescia al Ferraris è proseguita oggi a porte chiuse sotto la fitta pioggia dell’allerta meteo arancione, che non ha dato tregua ai rossoblù. Mister Thiago Motta ha dapprima radunato la squadra in sala video dove ha spiegato per oltre mezz’ora le sue direttive. Poi la squadra è scesa in campo: i giocatori sono stati divisi in due schieramenti per la partitella a metà campo. In conclusione le rifiniture. Il nuovo tecnico rossoblù prosegue a carte rigorosamente coperte la preparazione per il delicatissimo match contro le “rondinelle”: che giochi col 2-7-2 oppure col 5-5-0 (più realistico il 4-3-3) non importa, l’importante è raggranellare punti salvezza contro una diretta concorrente. E si spera che rivolga la sua attenzione verso i giocatori finora esclusi oppure poco utilizzati come Gumus, Jagiello e Agudelo. Non solo: occorrerà che risolva l’equivoco Schöne-Radovanovic a centrocampo, non si può proseguire con due registi, ci vuole un mediano a copertura della difesa, com’era il tanto rimpianto Rincon.

Non ci sono novità dall’infermeria: Favilli, Sturaro e Criscito proseguono il loro recupero. Domani la conferenza pre-partita è fissata alle 14:30.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.