Promossi&Bocciati: irruenza Agudelo, classe Pandev, Kouamé straripante

Esordio perfetto per Thiago Motta che cambia il volto al Genoa con tre cambi perfetti che segnano tutti e tre

5179
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

GENOA

Radu 6: preciso, puntuale, incassa una rete che per quanto imprevedibile era comunque molto ben angolata.

Romero 6: sul centro-destra non demerita, l’ennesimo cartellino lo penalizza leggermente.
Radovanovic 5,5: in primavera Prandelli lo impiegò a dirigere le operazioni in difesa, oggi viene riproposto. A tratti sembra che Motta lo sposti a sinistra, ma è indubbio che il Grifone aumenta in equilibrio e pericolosità con la sua assenza.
Agudelo 7: quattro panchine, poi gettato nella mischia nel momento dell’esordio. Promosso a pieni voti per dinamismo, intraprendenza e il gol che riapre la serata.
Zapata 6: meno appariscente del connazionale, ma sulla sufficienza.
Ghiglione 6,5: movimento, eclettico e continuo sulla destra. Mezzo punto in più per l’assist.
Schöne 6,5: nella mediana a due torna ai tempi dell’Ajax, detta gioco sebbene non ci sia Blind al suo fianco ma Cassata. Vicino al gol, Joronen devia una sua conclusione sul palo.
Cassata 6: a tratti fumoso, intraprendente, nell’ultima mezz’ora si fa trascinare dal ritmo forsennato dei compagni.
Ankersen 6: positivo, ma non sempre lucido al momento del cross.
Lerager 5: vederlo esterno sinistro riporta alla mente il ruolo ibrido di Marco Rigoni nel 3-4-2-1 juriciano. Purtroppo per Motta l’ex Bordeaux fatica, viene bocciato con la parziale attenuante di un ruolo non suo.

Pinamonti 5,5: se il Genoa non conclude in porta nei primi 45′ la colpa sarà anche del suo 99, in balia di Chancellor e Cistana. Migliora col passare dei minuti.
Gumus 6: sulla fiducia. Mette in mostra un bagaglio tecnico interessante e un passo discreto, meglio sull’ala e dunque nella ripresa.

Kouamé 8: straripante. Cambia la gara con rovesciata e assist per Pandev. Nuovamente decisivo, come un anno fa.

Pandev 7: sigilla il 3-1 finale togliendo ogni patema d’animo fino al triplice fischio. Dosarlo sarà fondamentale, ma avercelo.

Thiago Motta 7,5: esordio bagnato con una splendida vittoria. Effettua i tre cambi nella ripresa e cambia il volto alla squadra che diventa arrembante ed efficace.

BRESCIA

Joronen 6,5;
Sabelli 5,5, Cistana 5, Chancellor 6 (Gastaldello 5), Mateju 5,5;
Bisoli 5,5, Tonali 7, Romulo 6;
Spalek 5,5 (Matri 5,5)
Aye 5, Balotellli 5 (Donnarumma 5,5)

Allenatore: Corini 5

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.